Lunedì 08 Maggio 2017 - 16:45

A Milano via al bando per le periferie: 540mila euro per 5 quartieri

L'obiettivo è riqualificare le periferie non solo a livello strutturale ma anche 'interiormente'

A Milano via al bando per le periferie: 540mila euro per 5 quartieri

Riqualificare le periferie non solo a livello strutturale ma anche 'interiormente', rendendole luoghi vitali, solidali, aperti alle diversità e alle contaminazioni reciproche di culture, stili ed opportunità sociali. E' la sfida del Comune di Milano, che lancia un bando da 540mila euro per cinque ambiti di interventi. Associazioni e fondazioni hanno tempo un mese per proporre iniziative che rendano i quartieri milanesi più belli, più felici, più vivi, più accessibili. L'obiettivo è contrastare le caratteristiche che connotano le periferie, ovunque si trovino: mono funzionalità degli usi, degrado fisico degli spazi pubblici e privati, mancanza di connessioni, percezione di insicurezza, rilevanti questioni sociali legate a povertà, disoccupazione, mancata integrazione sociale, squilibri demografici, carenza di legami di comunità, abbandono scolastico. Le iniziative progettuali dovranno avere termine entro e non oltre il 31 dicembre 2017.

Le risorse messe a disposizione dall'amministrazione comunale sono 540mila euro, e saranno destinate ad associazioni di volontariato, fondazioni, associazioni di promozione sociale, associazioni sportive, associazioni culturali, in partnership con tutti coloro a cui sta a cuore il miglioramento della qualità della vita nei quartieri periferici milanesi. Cinque gli ambiti di intervento in cui sprigionare le migliori energie della città, da nord a sud della metropoli: Giambellino-Lorenteggio, Adriano-Padova-Rizzoli, Corvetto-Chiaravalle-Porto di Mare, Niguarda-Bovisa, QT8-Gallaratese. Le proposte potranno riguardare attività che si svolgono in uno dei 5 ambiti, con un contributo massimo erogabile di 30mila euro, o tutti e 5 gli ambiti, di 90mila euro. Gli interventi riguardano iniziative culturali, sportive, educative, formative e più in generale di animazione territoriale. Tutti percorsi volti allo sviluppo di organizzazioni di comunità, creazione e rafforzamento di reti sociali, con particolare attenzione all'inclusione di quei gruppi sociali tradizionalmente poco inclusi nella vita pubblica, sociale ed economica della città.

Quanto ai criteri di valutazione, saranno tenute presente la coerenza con le finalità del bando, qualità e innovatività della proposta progettuale, ampiezza e diversificazione del partenariato, sostenibilità progettuale, qualità del budget, professionalità del personale coinvolto. Stando alle tempistiche di realizzazione, cofinanziamento e rendicontazione, il cofinanziamento minimo richiesto è del 10%. Sarà comunque possibile richiedere un anticipo dell'erogazione del contributo fino al 50% delle spese ammissibili. Tutte le spese relative ai progetti finanziati che saranno rendicontate dovranno essere comprese tra l'1 gennaio 2017 e il 31 dicembre 2017. La data da segnare sul calendario, entro cui far pervenire le proposte alla Direzione Periferie del Comune di Milano, è 5 giugno 2017.
 

Scritto da 
  • redazione
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Roma, drivers al lavoro nella consegna dei cibi

Lavoro, è scontro Di Maio-Foodora. Il ministro: "Non si accettano ricatti"

Gianluca Cocco, ad dell'azienda in Italia, aveva dichiarato al Corriere della Sera, che le norme sui riders a cui sta lavorando il nuovo governo potrebbero spingere le piattaforme a lasciare il Paese

La nave Diciotti della guardia costiera italiana al porto di Catania con 932 migranti

Migranti, è scontro Salvini-Ong Lifeline: "I fascisti ci fanno promozione". Lui: "Voi mai più in Italia"

Il botta e risposta dopo l'annuncio del ministro su Facebook: "Altre due navi in arrivo, non sbarcheranno da noi". Aquarius domenica a Valencia, alcuni di loro accolti anche in Francia

Salvini a Torino incontra la sindaca Appendino

Il ministro dell'Interno ha poi raggiunto Orbassano per un incontro a sostegno del candidato sindaco Giovanni Falsone

Palazzo dell'Eliseo, Emmanuel Macron incontra Giuseppe Conte

Conte a Parigi da Macron, convergenza su migranti ed Eurozona: "Intesa perfetta, chiariti su Aquarius"

Il premier italiano parla di un'ipotesi di hotspot europei in Libia e Niger. E l'Eliseo lancia una frecciatina a Salvini