Sabato 15 Aprile 2017 - 09:00

A Napoli 3 minori fermati: in moto 'kit' del rapinatore

Tra i 15 e i 18 anni, giravano in scooter a caccia di prede con pistola e passamontagna

A Napoli 3 minori fermati: in moto 'kit' del rapinatore

I carabinieri di Casavatore del comando provinciale di Napoli hanno bloccato a Casoria tre giovani rapinatori, due di 18 e uno di 15 anni. I tre erano a bordo di uno scooter a 'caccia' di 'prede'. Tra gli oggetti sequestrati alla banda una pistola, due passamontagna e uno scaldacollo. In particolare uno dei due maggiorenni era scappato da una comunità per minori di Santa Maria Capua Vetere, dove stava scontando 3 anni e 2 mesi per rapina e furto. Il minore, invece, era ricercato dalle forze dell'ordine per aver rapinato lo scorso 4 aprire due ragazze in un negozio di telefonia assieme a un complice 17enne. I tre, fermati dai militari dell'Arma mentre viaggiavano su un ciclomotore, nel portaoggetti del motorino nascondenvano una pistola giocattolo senza tappo rosso, uno scaldacollo e due passamontagna, oltre ad arnesi atti allo scasso. Arrestati e denunciati anche per detenzione abusiva di armi, sono stati portati nel Centro di prima accoglienza di viale Colli Aminei.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Bari, conferenza dopo operazione antiterrorismo

Camorra, arrestate le donne del clan: sorella e cognate del boss Zagaria

Da quando gli uomini sono in carcere, sono loro a guidare il crimine organizzato

Il Presidente della Repubblica in visita a Caserta

Reggia Caserta: crolla intonaco del '700 nella 'stanza delle dame'

L'i9ncidente avvenuto nella notte: nessun ferito. Percorso modificato per i visitatori

Napoli, duro colpo al clan Lo Russo: 43 persone arrestate

Blitz contro il traffico di droga. Sequestrato anche l'arsenale del gruppo criminale

Scampia, gli ultimi giorni delle Vele tra degrado, amianto e speranza

Una storia tormentata: un progetto di architettura sociale fallito per tanti motivi. La malavita, lo sgombero e, ora, le occupazioni abusive. Il rischio ambientale e il progetto per abbatterle. Una (su sette) resterà in piedi per ospitare l'Università