Lunedì 10 Aprile 2017 - 12:00

Addio al critico letterario e poeta Giorgio Barberi Squarotti

Dal 1967 al 1999 è stato professore di Letteratura italiana all'Università di Torino

È scomparso ieri all'età di 87 anni Giorgio Barberi Squarotti, critico letterario, poeta e professore universitario. Lo rende noto la Fondazione Bottari Lattes, di cui  Barberi Squarotti era presidente onorario. "Siamo molto addolorati - sono le parole di Adolfo Ivaldi, presidente della Fondazione Bottari Lattes - per la scomparsa di Giorgio, figura di riferimento nel panorama della critica letteraria italiana. È stato un grande amico, un sostenitore leale, persona di riferimento cui tutti noi dobbiamo molto, ci mancherà".

Nato a Torino nel 1929, Giorgio Barberi Squarotti è stato uno dei maggiori critici letterari italiani, oltre che poeta. Allievo di Giovanni Getto, nel 1952 si laurea con una tesi sull'opera letteraria di Giordano Bruno e dal 1967 al 1999 è professore di Letteratura italiana all'Università di Torino. Dopo il saggio Astrazione e realtà (1960) pubblica numerose opere sulla letteratura italiana e sui suoi protagonisti, da Dante a Marino, da Petrarca ad Ariosto, da Boccaccio a D'Annunzio, da Tasso a Sbarbaro, a Montale, a Pavese e ad altri contemporanei. Tra le sue opere si ricordano: Le donne al potere e altre interpretazioni. Boccaccio e Ariosto (Manni, 2011), La cicala, la forbice e l'ubriaco. Montale, Sbarbaro e altra Liguria (Gammarò, 2010), Le cortesie e le audaci imprese. Moda, maghe e magie nei poemi cavallereschi (Manni, 2006). È autore di diverse raccolte di versi, tra cui i recenti Le langhe e i sogni (Joker, 2003), Le foglie di Sibilla (2008), I sambuchi di San Sebastiano (Oedipus, 2010), Il giullare di Nôtre-Dame des Neiges (Edilazio, 2011), L'azzurro della speranza (Samuele, 2012).
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Del Grande: Non sono un eroe, giudicatemi per il mio lavoro

Del Grande: Non sono un eroe, giudicatemi per il mio lavoro

Ieri la liberazione del documentarista dalla detenzione in Turchia

Divisioni nel giorno del 25 aprile, Mattarella: Mai più fascismo e mai più guerre

25 aprile, Mattarella: Ricordiamo senza odio e senza rancore /FOTO

A Roma il ricordo della Liberazione sfila in cortei divisi. A Milano tensioni tra antifascisti e militanti di destra

Migranti, Ong: Indignati da attacchi. M5S: Vogliamo chiarezza

Migranti, Ong: Indignati per gli attacchi. M5S: Vogliamo chiarezza

Clima teso dopo le parole di Di Maio sul presunto 'business' delle navi che salvano i profughi in mare

Progettava attentati in Italia: arrestato 29enne a Torino

Progettava attentati in Italia: arrestato 29enne a Torino

Mouner Elaoual, marocchino, promuoveva online l'ideologia dell'Isis ed è ritenuto dagli inquirenti "un soggetto estremamente pericoloso"