Giovedì 02 Marzo 2017 - 18:30

Adriano Celentano e Claudia Mori spaventati per intrusioni in villa

Il cantante e la moglie hanno sporto denuncia ai carabinieri

Adriano Celentano e Claudia Mori spaventati per intrusioni in villa

Adriano Celentano e Claudia Mori sono molto spaventati per le intrusioni all'interno del parco della loro villa di Galbiate, nel Lecchese. I filmati delle telecamere di sorveglianza mostrano alcuni uomini che scavalcano la recinzione della proprietà della famiglia Celentano. Gli intrusi, però, non hanno rubato nulla. Il cantante e la moglie hanno sporto denuncia ai carabinieri. Celentano ha anche raccontato sul suo blog l'accaduto.

"Spero che le forze dell'ordine riescano a individuare gli intrusi nella nostra villa. Dai filmati delle telecamere si capisce se sono giovani, quanto sono alti. Spero che i carabinieri, che stanno indagando sulla vicenda, facciano qualcosa", ha dichiarato Claudia Mori, intervistata da 'Pomeriggio Cinque'.
"Questa situazione si è ripetuta varie volte - ha aggiunto -. In un'occasione una nostra guardia li ha sorpresi e hanno scavalcato la recinzione come se fossero delle lepri". Gli intrusi, però, non hanno mai rubato nulla. "Bisogna cambiare le leggi - è l'appello della moglie del cantante milanese - perchè quando i governi vogliono le cambiano le leggi. Quando invece non c'è la volontà politica, restano così. Quando una donna viene aggredita - ha concluso - bisogna intervenire".

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Quattro letti e gamberetti a pranzo: il gatto Gerry eredita 30mila euro

Il felino è stato citato nel testamento della sua anziana padrona. Ora i familiari della donna dovranno provvedere al "mantenimentodel suo benessere"

Vento fino a 200 km/h: due morti e due feriti, disagi in tutta Italia

Sono stati 1226 gli interventi dei vigili del fuoco per alberi sradicati. Difficili i collegamenti con le isole minori della Toscana

Napoli, processo Silvio Berlusconi  per corruzione

Caso Consip, archiviate indagini su Woodcock e Sciarelli

Il pm era indagato per falso e, insieme alla giornalista, per rivelazione del segreto d'ufficio. Continuano le indagini su altre 12 persone

Sentenza processo Emilio Fede

Avvocatessa col velo cacciata dall'aula del Tar di Bologna

Aveva il volto scoperto. Le è stato impedito di seguire il processo. Origini marocchine, da 25 anni in Italia dove si è laureata: "Non mi era mai successo"