Venerdì 11 Agosto 2017 - 11:15

Agguato a Foggia, il questore vieta i funerali pubblici ai boss

Per i due testimoni oculari è stato proclamato il lutto cittadino

Nessun funerale pubblico per Mario Luciano Romito e il cognato Matteo De Palma, i due boss della mafia garganica uccisi mercoledì sulla strada provinciale 272 tra Apricena e San Severo nei pressi della stazione di San Marco in Lamis, nel foggiano. La decisione è stata presa dal questore della città pugliese, Mario della Cioppa, e le esequie si sono svolte in forma strettamente privata a Manfredonia. 

Nell'agguato sono stati uccisi anche due contadini,  Aurelio e Luigi Luciani, perchè testimoni oculari involontari del delitto. I loro funerali si svolgeranno nel pomeriggio a San Marco in Lamis, dove è stato proclamato il lutto cittadino. 

Loading the player...

La decisione della questura arriva dopo la presa di posizione del ministro dell'Interno Marco Minniti. "La risposta dello Stato italiano rispetto alla morte di due cittadini inermi e innocenti sarà durissima, durissima", ha affermato. E saranno inviate sul territorio di Foggia "192 unità operative" e il "loro compito sarà quello di saturare il  territorio. Saranno unità che si aggiungono a quelle che ci sono già".

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Palermo, aggressione al dirigente di Forza Nuova: due fermi, quattro denunciati

Blitz dei militanti negli studi di La7: "Dietro ai balordi che hanno pestato Massimo c'è la banda Floris-Gnocchi"

Porta a Porta. Ospiti i genitori di Pamela Mastropietro

Omicidio Pamela, c'è un quarto uomo. Clamorosa scoperta di 'Giallo'

Il settimanale di Cairo Editore documenta l'esistenza di un ghanese di nome Hassan che avrebbe avuto parte nell'omicidio e che sarebbe fuggito

Corona lascia il carcere di San Vittore: andrà in comunità a Limbiate

L'ex fotografo dei vip dormirà in casa sua e potrà uscire soltanto per raggiungere la struttura