Giovedì 10 Maggio 2018 - 18:15

Al via edizione record Salone del libro di Torino, 'la più bella di sempre'

Per 5 giorni la città della Mole si trasforma nella capitale della cultura

Salone del Libro Internazionale di Torino

Un'edizione dei record, che guarda al futuro. Non tanto al proprio, che sembra non conoscere crisi, quanto al mondo che ci aspetta. Ha aperto ufficialmente i battenti la 31esima edizione del Salone del libro di Torino, alla presenza dei presidenti di Camera e Senato, Roberto Fico e Maria Elisabetta Alberti Casellati, del ministro dei Beni culturali Dario Franceschini, della sindaca di Torino Chiara Appendino e della presidente Rai Monica Maggioni. 'Un giorno, tutto questo' è il tema di quest'anno, su cui sono chiamate a esprimersi le migliori menti del pianeta che animano la buchmesse: scrittori, scienziati, economisti, artisti, registi, musicisti, intellettuali.

Loading the player...

"Sarà l'edizione più ricca e più bella", promette il direttore editoriale Nicola Lagioia, forte di un overbooking di editori che ha costretto ad allargare gli spazi espositivi dopo il ritorno dei grandi gruppi, che l'anno scorso avevano lasciato la manifestazione piemontese per la milanese 'Tempo di libri'. "Per 5 giorni Torino si trasforma nella capitale della cultura" e il Salone nella "casa dell'editoria italiana", è sicuro Lagioia, e le lunghe code per entrare al Lingotto Fiere fin dall'apertura sembrano dargli ragione. Una cosa è certa: "non esiste Torino senza Salone e non c'è Salone senza Torino", mette il punto Appendino, facendo eco al presidente della manifestazione, Massimo Bray, che ha promesso anche una risposta entro la chiusura di lunedì 14 per i fornitori in attesa dei pagamenti arretrati.

Loading the player...

Il problema dei fondi per la cultura non è una novità, e Franceschini ha rivendicato gli sforzi fatti dal governo uscente auspicando che la nuova legislatura "mantenga al centro delle scelte strategiche gli investimenti". "È doveroso sottolineare che cultura significa per il nostro Paese opportunità di sviluppo e di competitività", ha rimarcato Casellati, mentre Fico ha elogiato gli editori, "un bene prezioso da difendere ed è un dovere dello Stato democratico sostenere le bibliodiversità e incentivare l'accessibilità per tutti alla lettura".

Le opportunità al salone non mancheranno, tra presentazioni, reading e incontri. Così come non mancheranno gli ospiti illustri, dal Premio Nobel per la letteratura Herta Muller ai Premi Oscar Giuseppe Tornatore e Bernardo Bertolucci, Roberto Saviano, Zerocalcare, Dacia Maraini, gli autori noir Maurizio De Giovanni, Massimo Carlotto, Antonio Manzini, Giancarlo De Cataldo, il grande filosofo Edgar Morin e il sociologo ed economista Jeremy Rifkin, solo per citarne alcuni.

Loading the player...
Scritto da 
  • Silvia Caprioglio
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Vigili del Fuoco controllano la facciata della Biblioteca Civica Centrale

Roma, giù dal cavalcavia dell'A24: morti suicidi due fratelli gemelli

È successo sull'autostrada Roma l'Aquila, subito dopo Tivoli. Avevano 56 anni

Valanga in Valmalenco, morti due scialpinisti

Trento, valanga travolge un gruppo di scialpinisti: recuperati 3 feriti gravi

Mentre salivano in cordata il canalone Breloni, a San Martino di Castrozza, sono stati investiti da una placca di neve staccatasi dalla parete

Ritardi partenze treni direzione nord Italia

Sciopero treni 26-27 maggio: possibili disagi per i viaggiatori

Tre le mobilitazioni: due di Cat per il rinnovo dei contratti, l'altra di Orsa dopo l'incidente ferroviario nel Torinese

Trent'anni senza: la mostra omaggio ad Andrea Pazienza

Una intensa esposizione di opere originali che celebra uno dei più eclettici e geniali autori italiani di tutti i tempi