Sabato 07 Aprile 2018 - 10:30

Al via i Cinemadays, in sala a 3 euro per 15 giorni in tutta Italia

L'iniziativa per avvicinare giovani, famiglie e studenti al grande schermo tra aprile, luglio e ottobre

Al via da lunedì il primo appuntamento con Cinemadays, una promozione voluta dal mondo del cinema per avvicinare il pubblico alla sala nella stagione estiva e nei periodi di minore affluenza con quindici giorni a ingresso a tre euro tra aprile, luglio e ottobre e un'intera settimana di anteprime ad agosto.

"Giovani, famiglie e studenti in particolare potranno godere di questa occasione per vivere l'emozione che regala la magia della proiezione". il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini, commenta la nuova iniziativa Cinemadays, promossa dal MiBACT in collaborazione con ANEM - Associazione Nazionale Esercenti Multiplex e ANICA- Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche Audiovisive e Multimediali che prevede 15 giorni da aprile a ottobre al prezzo speciale di 3 euro nei cinema aderenti in tutta Italia.

Da lunedì 9 aprile a giovedì 12 aprile si terranno i primi 4 giorni di cinema a 3 euro negli oltre 2.000 schermi finora aderenti, con molti film italiani e stranieri già premiati nelle principali rassegne internazionali ora in uscita o in programmazione.

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

PARIS -  David Cronenberg

Venezia 75, a David Cronenberg il Leone d'Oro alla carriera

Il premio gli verrà conferito la prossima estate durante la Mostra che si terrà dal 29 agosto all'8 settembre 2018

FILES-GERMANY-FILM-FESTIVAL-CANNES

Cannes, Lars von Trier riammesso al Festival dopo sette anni

Il regista era stato bandito nel 2011 quando aveva rivelato le sue simpatie naziste e nei confronti di Hitler

-

Cannes, in giuria le attrici Kristen Stewart e Léa Seydoux

La commissione dei giudici, che conta 5 donne e 4 uomini, sarà presieduta dall'australiana Cate Blanchett

Forevere young-Photocall a Roma

Brizzi indagato per violenza sessuale. Ma c'è rischio archiviazione

Per due casi l'esposto è stato presentato dopo la scadenza dei sei mesi prevista dalla legge