Lunedì 06 Marzo 2017 - 15:30

Alitalia, Ball: Nel 2017 un taglio dei costi da 160 milioni

Ulteriori tagli sono stati identificati e potranno essere realizzati

Alitalia, Ball: Nel 2017 un taglio dei costi da 160 milioni

Il cda di Alitalia, nell'odierna riunione, è stato anche aggiornato dall'a.d. Cramer Ball, sulla situazione finanziaria di Alitalia. L'a.d. ha spiegato che la compagnia "è in linea con l'obiettivo di arrivare a una riduzione dei costi pari a 160 milioni di euro nel solo 2017 (che non include il costo del lavoro) così come annunciato nel cda di gennaio". Ball ha inoltre evidenziato come ulteriori tagli (sempre non relativi al costo del lavoro) sono stati identificati e potranno essere realizzati nell'arco del piano. Il cda ha anche preso atto delle performance commerciali di Alitalia registrate nel mese di gennaio, in particolare, per quanto concerne i dati relativi al load factor (tasso di riempimento degli aerei) che ha registrato un valore medio del 78%, con una crescita rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente di 4,4 punti percentuali. Per quanto riguarda le vendite di biglietti, si legge in una nota della compagnia, a gennaio hanno registrano un aumento del 7% rispetto all'anno precedente. Anche i dati preliminari relativi al mese di febbraio appaiono incoraggianti. Sul fronte operativo la compagnia ha registrato un tasso di puntualità a febbraio dell'88,9%.
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Papa Francesco celebra la Messa per la pace nel Sud Sudan e Congo

Papa a sindacalisti: "Lavoro non è merce, non lasciatevi corrompere"

Il Pontefice mette in guardia i rappresentanti sindacali giunti in Vaticano da tutto il mondo

Dallo smartphone diagnostico alla cura delle api. Ecco i premi Marzotto 2017

Assegnati a Roma al teatro Brancaccio. Due milioni e mezzo di euro a sostegno di start up e imprese innovative

Assemblea Abi a Roma

Ocse: "Cala rapporto tasse/Pil, Italia al sesto posto nell'area"

Il rapporto tra tasse e Pil è sceso di quattro decimi di punto rispetto al 2016