Mercoledì 26 Aprile 2017 - 13:45

Alitalia, Gentiloni preoccupato ma dice no a nazionalizzazione

Dopo il via al commissariamento, il ministro dello Sviluppo Economico: Il nuovo commissario deve assicurare la continuità dell'azienda"

Alitalia, Gentiloni: No alla nazionalizzazione. Calenda: Prestito ponte di 3-400 milioni

Dopo l'avvio dell'iter di commissariamento per Alitalia, il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni ritorna sul tema della nazionalizzazione escludendola in toto:  "Mon ci sono le condizioni per una nazionalizzazione" ha sottolineato parlando a Benevento. "Il governo - ha detto ancora il presidente del Consiglio - si sente impegnato a non disperdere gli asset e le risorse di lavoro della compagnia aerea, come hanno già detto i ministri competenti in queste ore. Ci lavoreremo sapendo tuttavia che il dato del referendum rende più difficile accettare una sfida che già si trascinava da circa 15 anni".

Gentiloni si è detto molto colpito: "Non posso tacere la mia preoccupazione su quello che sta succedendo in Alitalia. Bisognerebbe essere in grado di stare sul mercato e di competere. Da parte mia c'è stata delusione nel fatto che l'opportunità che era offerta dall'accordo tra azienda e sindacati non sia stata accolta".

"Il nuovo commissario deve assicurare la continuità dell'azienda e poi trovare un acquirente per Alitalia che sappia gestirla" ha precisato invece il ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda. Per la continuità: "l''unica cosa sarà avere un prestito ponte dallo Stato, intorno ai tre/quattro cento milioni per assicurare sei mesi di gestione" ha aggiunto a Mix24 di Giovanni Minoli su Radio 24 rispetto a cosa può fare il nuovo commissario di Alitalia.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Il Presidente del Consiglio Conte incontra la cancelliera tedesca Angela Merkel

Migranti, Merkel a Conte: "Bozza Ue sarà accantonata"

Il premier riferisce la telefonata ricevuta dalla cancelliera tedesca

Matteo Salvini ospite a Porta a porta

Migranti, Salvini contro Ong Lifeline: "Mai più nei porti italiani". Toninelli: "Sequestreremo la nave"

Il ministro dell'Interno: "Non rispetta le regole. Fate il giro un po' largo"

Matteo Salvini riceve il Ministro dell'interno e il vice Cancelliere austriaco al Viminale

I molti Salvini sui migranti e la Ue: duro, durissimo, aperto, ottimista

Ieri sera sembrava che Conte non sarebbe andato al vertice Ue. Questa mattina si apprende che ci andrà e che il vicepremier è ottimista

Roberto Saviano a Lettere e Filosofia di Roma Tre

Salvini avverte Saviano: "Sulla sua scorta si valuterà". Lui replica: "Non mi fai paura, buffone"

Il ministro dell'interno dopo le critiche dello scrittore sulla gestione dei migranti: "Le autorità competenti analizzeranno come si spendono i soldi degli italiani. Gli mando un bacione"