Venerdì 17 Febbraio 2017 - 17:30

Amanda Knox racconta il legame con una detenuta lesbica in carcere

Un rapporto nato nel terzo anno in carcere e poi interrotto per un bacio non gradito

Amanda Knox racconta il legame con una detenuta lesbica in carcere

"Tra il 2007 e il 2011, sono stata imprigionata per un delitto che non ho commesso. Con il tempo è entrata in scena Leny: io avevo già scontato tre di quegli anni. Non ho parlato subito di lei. Non ne ho parlato con la maggior parte delle persone". Inizia così il racconto di Amanda Knox dei suoi anni in carcere di Perugia Capanne, accusata per l'omicidio di Meredith Kercher, affidato al sito americano Broadly.com. Nell'articolo, dal titolo 'What romance in prison actually looks like' (Com'è realmente una storia d'amore in prigione) emerge un nuovo particolare della sua detenzione: un legame con una detenuta omosessuale, Leny (ma il nome è di fantasia), nato nel terzo anno in carcere e poi interrotto per un bacio non gradito.

È Leny, giovane spacciatrice, ad avvicinarsi ad Amanda, rivelandole subito di essere lesbica, come racconta la stessa Knox. "Io mi sono mantenuta prudente e le ho subito detto che ero eterosessuale", afferma Knox, ricordando come da giovane si sia sempre battuta per la difesa e l'affermazione dei diritti della comunità Lgbtq. Nel corso dei giorni le due diventano amiche. "Beh, quasi amiche - precisa Amanda - Non ho mai davvero avuto amici in carcere".

Un pomeriggio, però, mentre fanno jogging nel cortile del penitenziario, Leny si avvicina ad Amanda: "Posso farti cose che un uomo non è capace a fare?", le chiede. Nel testo Knox descrive il suo imbarazzo e racconta di averle spiegato come non fosse possibile cambiare la sua natura. Ma Leny non desiste e giorni dopo la bacia all'improvviso. "Ho stretto i denti in un mezzo sorriso, in bilico tra l'imbarazzo e la rabbia", ricorda la ragazza di Seattle menzionando nuovamente di essere stata molestata da alcune guardie uomini.

"Ho detto a Leny che visto che non riusciva a rispettare il mio modo di essere non avremmo più potuto essere amiche - continua Amanda - e il rapporto è diventato sempre più teso. Con Leny che mi ha accusato di aver reagito in maniera esagerata". "Mi sono sentita sollevata quando è stata rilasciata, anche se ha continuato a scrivermi - conclude Knox - Mi ha inviato anche cd di musica jazz con una dedica 'L'amore per sempre, Leny'. Io non ho mai risposto".
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Foto tratta dal profilo Twitter #SAVEAHMAD

L'accademico iraniano Djalali confessa: "Spionaggio per sabotare programma nucleare"

L'ammissione alla tv di Stato. Secondo la moglie, tuttavia, l'uomo, già condannato a morte, sarebbe stato costretto dai suoi interlocutori a leggere la confessione

Sventato attacco a San Pietroburgo grazie alla Cia. Putin ringrazia Trump

L'informazione fornita dall'agenzia ha permesso di arrestare alcuni terroristi, forse legati all'Isis, che preparavano attentati

Foto tratta dal profilo Twitter

Libano, diplomatica britannica strangolata dopo violenza sessuale

Il suo cadavere è stato trovato sul ciglio di una strada

Igor interrogato in Spagna: "Accetto processo in Italia"

Intanto, è caccia alla rete di complici che hanno concesso a Igor il russo di trasferirsi dall'Italia fino in Spagna