Venerdì 10 Novembre 2017 - 12:00

Anche Jenny McCarthy accusa Seagal: "Mi chiese di spogliarmi durante un provino"

Nuove ombre sull'attore dopo le rivelazioni di Portia de Rossi e Julianna Margulies

Nuove accuse di molestie per Steven Seagal. Dopo Portia de Rossi - “Durante un incontro si è tirato giù la zip”, ha rivelato l'attrice in un tweet - e Julianna Margulies, anche Jenny McCarthy sostiene di essere stata vittima dell'attore durante un provino per il film 'Under Siege 2'. “Entro in camera e mi accorgo che lui era da solo”, racconta l'attrice a Variety. “All'inizio non pensavo fosse un problema, poi mi ha detto di rilassarmi e sedermi vicino a lui. Io ho rifiutato, dicendo che ero elettrizzata e volevo cominciare subito a provare la parte”.

Da lì Seagal, prosegue McCarthy, inizia a comportarsi in modo strano. “Sai, per questo ruolo sono previste delle scene di nudo. E io non posso immaginare com'è il tuo corpo con quel vestito addosso”, le avrebbe detto l'attore. McCarthy è scioccata, rifiuta, ma Seagal insiste: “Abbassa l'abito, voglio vedere il tuo seno”.

L'attrice, in preda alla rabbia, lascia la stanza. Ma viene raggiunta da un ultimo avvertimento: “Non dirlo a nessuno, altrimenti...”.

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Cinema, nasce categoria film "non adatti ai minori di 6 anni"

Nuove tutele per i più piccoli: anche le pubblicità in sala dovranno adattarsi

FILE PHOTO: John Lasseter Chief Creative Officer of Walt Disney and Pixar Animation Studios during the North American International Auto Show in Detroit

Molestie, il capo della Pixar John Lasseter lascia per sei mesi: "Chiedo scusa"

Due collaboratori a "Toy Story 4" avrebbero lasciato il progetto dopo una serie di avances non gradite

Premiere di "The Promise" a Los Angeles

Molestie, una fan accusa Stallone ma lui nega: "Storia ridicola e falsa"

La donna ha dichiarato che, nel 1986, l'attore la costrinse ad avere un rapporto sessuale a tre

Molestie, accuse a Sylvester Stallone: fan 16enne costretta a rapporto a tre

La violenza - riporta il Daily Mail - sarebbe avvenuta in un albergo di Las Vegas nel 1986, quando l'attore lavorava ad 'Over the Top'