Venerdì 04 Agosto 2017 - 16:15

Jolie vs Vanity: "Mai raggirato bambini". Rivista ha registrazione

Dopo un'intervista a Vanity Fair, l'attrice era stata accusata di aver adottato metodi poco ortodossi per i provini ai bambini

Jolie vs Vanity: "Mai raggirato bambini". Ma rivista ha registrazione

Per scegliere la piccola protagonista del suo nuovo film, First They Killed My Father, Angelina Jolie ha deciso di condurre dei provini molto particolari. Si è recata in Cambogia, dove la storia è ambientata, è andata nelle scuole delle aree più povere del Paese e ha convolto alcune bambine in un "gioco". "Non sapevano cosa stavano facendo, - ha spiegato Jolie a Vanity Fair - dicevamo loro che sarebbe arrivata una telecamera, che avremmo messo dei soldi sul tavolo e che loro avrebbero dovuto pensare a cosa avrebbero voluto fare con quei soldi. Poi avrebbero dovuto prenderli e, quando li avremmo trovati, loro avrebbero dovuto mentire, provando a convincerci di non averli toccati". 

L'intervista è stata pubblicata sulla nota rivista americana come cover story del mese di Settembre, scatenando molte critiche sui metodi adottati dalla regista con dei bambini. Angelina Jolie si è subito difesa: con un comunicato ha smentito ogni cosa, dichiarando che Vanity Fair aveva frainteso le sue parole. "Il fatto che ai bambini sia stato offerto del vero denaro è falso e oltraggioso. Mi sarei vergognata profondamente se una cosa del genere fosse realmente accaduta", ha dichiarato l'attrice. E ancora: "È stata presa ogni misura per fare in modo che i bambini fossero al sicuro e si sentissero a propio agio dal momento della prima audizione, durante il periodo delle riprese fino a oggi. A portata di mano ci sono stati ogni giorno i loro genitori, i tutori, medici per assicurarci che i bambini avessero tutto ciò di cui ci cui potessero aver bisogno. E sopra ogni cosa avere la certezza che nessuno di loro dovesse soffrire in alcun modo per la partecipazione alla ricostruzione di un capitolo tanto doloroso della storia del loro Paese". Distribuito in Italia da Netflix con il titolo Per primo hanno ucciso mio padre, il nuovo film di Angelina Jolie è infatti un racconto del genocidio cambogiano da parte di Khmer Rossi, basato sul libro autobiografico Il lungo nastro rosso di Loung Ung

La rivista è stata contattata dall'avvocato della star, chiedendo una rettifica che avesse molta visibilità nel prossimo numero e che trovasse spazio anche sul sito di Vanity Fair. "Lo staff ha mostrato ai bambini la telecamera e gli strumenti necessari per la registrazione del sonoro e hanno spiegato che quello che veniva loro chiesto era di recitare una parte. Tutti i bambini sottoposti al provino erano perfettamente a conoscenza degli aspetti di finzione dell'esercizio di improvvisazione: non sono stati imbrogliati in alcun modo". 

Vanity Fair però non è tornata sui suoi passi, al contrario ha deciso di pubblicare la trascizione integrale della registrazione audio dell'intervista con Angelina Jolie per dimostrare di non aver in alcun modo travisato le parole dell'artista. "Srey Moch - ha dichiarato la regista, parlando della bambina scelta per interpretare Loung Ung - è stata l'unica a restare ferma a fissare il denaro per molto, molto tempo. Quando è stata costretta a ridare indietro i soldi, è stata sopraffatta dall'emozione. Più tardi le abbiamo chiesto cosa aveva pensato di fare con quella somma e lei ha risposto che suo nonno era morto e la sua famiglia non aveva abbastanza denaro per poter organizzare un buon funerale"

Scritto da 
  • Corinna Spirito
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

"Revolutionary Road" Premiere

Winslet e DiCaprio in vacanza insieme. E i fan di Titanic: Sposatevi

Camminano abbracciati a Saint Tropez e tutti immaginano che tra i due ci sia più di una solida amicizia

Caterina Balivo, è nata la figlia: l'annuncio sui social con la foto mentre allatta Cora

Balivo è mamma: sui social la foto mentre allatta Cora

La conduttrice tv lo ha annunciato attraverso il profilo Instagram: tantissimi gli auguri ricevuti

La sexy scollatura di Demi Lovato incanta il web

La sexy scollatura di Demi Lovato incanta il web

Sale l'attesa per l'uscita del suo nuovo album

Laura Freddi sarà mamma a 45 anni: aspetta una femminuccia

Laura Freddi sarà mamma a 45 anni: aspetta una femminuccia

La showgirl è legata da cinque anni e mezzo a Leonardo D'Amico