Martedì 14 Febbraio 2012 - 17:40

Angry birds arriva su Facebook: verso 800 milioni giocatori nel mondo

IMG

Giacarta (Indonesia), 14 feb. (LaPresse/AP) - Gli uccellini arrabbiati di Angry birds sono arrivati su Facebook in tutto il mondo. Lo annuncia Henri Holm, vicepresidente di Rovio Asia, società che ha creato il gioco molto popolare sugli smartphone, spiegando che per il lancio della nuova versione di Angry birds è stata scelta la capitale indonesiana Giacarta, "la città più connessa a Facebook in tutto il mondo". Oltre il 17% degli indonesiani, circa 240 milioni, ha infatti un account sul social network di Mark Zuckerberg. Holm ha dato voce alla speranza di raggiungere a livello mondiale gli oltre 800 milioni di giocatori fedeli. Il vicepresidente ha poi spiegato che l'introduzione di Angry birds su Facebook il giorno di San Valentino non è stata una scelta casuale. La festa degli innamorati potrebbe infatti portare a un aumento delle connessioni sociali tra famiglie, amici e, ovviamente, partner, facendo crescere le iscrizioni al gioco.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Fortissima scossa di terremoto in Messico: migliaia di persone in strada

Terremoto di 7,1 in Messico, almeno 150 morti. Crolla scuola, bimbi in trappola / VIDEO Panico nelle strade

La capitale allo stremo delle forze, 4,6 milioni di case sono senza luce. Si temono mille morti

Messico, terremoto di magnitudo 7.1: crolla un palazzo / VIDEO

Su Twitter le immagini di un edificio distrutto a Città del Messico. Ancora non si sa se ci sono vittime

Fortissima scossa di terremoto in Messico: migliaia di persone in strada

Scossa magnitudo 7 nel sud del Messico: bambini sotto le macerie, oltre 120 morti

Almeno 27 le palazzine crollate nella capitale: soccorritori scavano a mani nude

Spagna, pullman di studenti Erasmus esce di strada: muoiono 13 ragazze

Studentesse Erasmus morte in Spagna, archiviata causa contro autista bus

Il papà di una delle italiane: "Si vogliono coprire le inefficenze"