Giovedì 18 Maggio 2017 - 19:30

Arbore si sfoga: In televisione non si ride più, io non rido più

"Nino Frassica oggi è l'unico che mi fa divertire"

Arbore si sfoga: In televisione non si ride più, io non rido più

"Alla televisione oggi non si ride più, io non rido più". E' lo sfogo di Renzo Arbore, ospite a sorpresa e 'docente per un giorno', all'Università La Sapienza di Roma dei ragazzi di Scienze della Comunicazione. "Ho lanciato Nino Frassica con 'Quelli della notte' - ha detto Arbore passando in rassegna alcuni suoi programmi di successo - qualcuno non sa che l'ho lanciato addirittura alla radio con 'Alto Gradimento', ma ancora non era popolare. Nino Frassica oggi è l'unico che mi fa ridere, perché alla televisione non si ride più , io non rido più... Allora per sorridere c'è il buon Frassica, che riesce puntualmente a fare un umorismo surreale e bellissimo".

L'occasione per mettere a confronto la tv di allora, e in particolare il programma cult della Rai degli anni 70 "L'Altra Domenica", con quella di oggi è stata una lezione-evento promossa dal Corso di Culture e Industrie della televisione de La Sapienza, a cui hanno partecipato Adriano De Maio, dirigente di Rai1, con gli autori  Mario Audino, Maurizio Giannotti, Marco Luci e Virginia Zullo, coinvolti anche nella preparazione di una puntata pilota, che vedremo in estate su Rai1, dal titolo "L'Altro Sabato di Domenica " che si ispira al programma ideato da Arbore e Ugo Porcelli.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Erika, Mohamed o Tommaso: chi sarà il vincitore di 'Hell's Kitchen'?

Domani su Sky Uno HD la finalissima. Tante le sfide preparate dallo chef Cracco per mettere in difficoltà i concorrenti

Real Time, Paolo Ciavarro entra nella scuola di 'Amici'

Affiancherà nel day time Stefano De Martino e Marcello Sacchetta

X Factor 2017, la nona puntata

X Factor verso la serata inediti: a sorpresa esce Camille

Maionchi ancora con tre concorrenti, a Levante rimane solo Rita

Cracco perde una stella Michelin: per lui Tapiro d'oro di 'Striscia'

Lo chef la prende con filosofia: "È già buono, potevano toglierle tutte e due"