Giovedì 31 Maggio 2018 - 08:00

Isola d'Elba, maxi operazione della guardia di finanza: arrestato viceprefetto

In manette anche un membro della 'ndrangheta mandante dell'omicidio del procuratore di Torino Bruno Caccia

Il viceprefetto reggente l'Ufficio distaccato della prefettura dell'Isola d'Elba ed un pregiudicato appartenente ad una nota famiglia di 'ndrangheta attiva in Piemonte, mandante dell'omicidio del procuratore di Torino Bruno Caccia, sono stati arrestati questa mattina dalla guardia di finanza di Livorno. Altre sette persone sono state messe agli arresti domiciliari.

L'attività si inserisce nell'ambito di un'articolata indagine che ha portato alla denuncia di 27 persone responsabili, a vario titolo, dei reati di associazione a delinquere, porto abusivo di esplosivi (detenuti al fine di compiere un atto di intimidazione), contrabbando di 9 tonnellate di sigarette, indebita compensazione di debiti tributari tramite fittizie compensazioni, illecita sottrazione al pagamento delle accise sugli alcoli, anche mediante falso in documenti pubblici informatici.
 

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Brescia, lo striscione di Forza Nuova contro Balotelli: "Sei più stupido che negro"

Il partito di estrema destra si scaglia contro la presa di posizione del calciatore sul tema dei migranti

Processo Maroni a Milano

Aiuti alle collaboratrici, Maroni condannato a 1 anno e 450 euro di multa

L'ex governatore della Lombardia colpevole per il lavoro a Mara Carluccio, ma assolto per il viaggio a Tokyo di Maria Grazia Paturzo

Terremoto Marche

Marche, contributi illeciti per casa post-terremoto: 120 denunciati

Hanno usufruito di agevolazioni per oltre 500mila euro, ma le abitazioni danneggiate dal sisma del 2016 erano residenze estive

Prima udienza del processo a Roberto Spada

"Aggressione ai giornalisti pianificata": chiesti 8 anni e 9 mesi per Roberto Spada

Il boss di Ostia e Alvez del Puerto rispondono di violenza privata e lesioni aggravate dal metodo mafioso