Giovedì 12 Ottobre 2017 - 12:15

Caso Weinstein, Asia Argento: "Solo in Italia vengo considerata colpevole del mio stupro"

L'attrice commenta gli insulti e le accuse seguiti alla denuncia di violenza da parte del produttore Harvey Weinstein

Delusa e triste. Così si sente Asia Argento dopo aver denunciato lo stupro subito vent'anni fa da Harvey Weinstein. Come molte attrici di Hollywood, ha rivelato soltanto ora, a distanza di tanto tempo, di essere stata vittima delle molestie e degli abusi del noto produttore: bloccate per anni dalla paura, si sono fatte forza l'un l'altra - capitanate da Rose McGowan - per rendere note le violenze di Weinstein. Le sue parole, però, hanno scatenato una valanga di insulti e commenti in cui viene data a lei la colpa di quanto accaduto.

"Ho denunciato uno stupro e per questo vengo considerata una troia. Abbiamo denunciato tutte dopo 20 anni perché avevamo paura di quel mostro che è (era) uno degli uomini più potenti al mondo. Solo in Italia vengo considerata colpevole del mio stupro perché non ne parlai quiando avevo 21 anni ed ero terrorizzata. Vergognatevi, tutti. Siete dei mostri", scrive l'attrice amareggiata su Twitter. E poi cerca di far riflettere sul fatto che è proprio questo atteggiamento che blocca le donne dal denunciare: preferiscono subire violenze, rispetto a perdere credibilità in pubblico. "A tutti gli italiani che mi chiamano prostituta dopo quello che è successo: è colpa di persone come voi se le donne hanno paura a parlare", contina sui social network la figlia di Dario Argento

Dalla regista Francesca Archibugi al rapper Frankie hi-nrg mc, sono tanti i tweet a sostegno delle parole di Asia Argento

 

 

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

US-ENTERTAINMENT-MTV-MOVIE-TV-AWARDS

Black Panther e Stranger things fanno incetta di premi agli Mtv movie & tv awards

Sul palco anche James Shaw Jr., il 29enne che ad aprile ha fermato una sparatoria in una Waffle House nel Tennessee

Red Carpet serata premi David di Donatello 2018

Il cinema parla ancora al maschile, ma i film italiani fanno ben sperare

La ricerca di NUOVOIMAIE dimostra che la maggior parte dei ruoli interpretati al cinema sono destinati a uomini: solo il 35% dei personaggi sono femminili

Photocall del film Come un gatto in tangenziale

L'intrusa, Cortellesi, Marinelli e Servillo: tutti i premi della 58a edizione Globi d'oro

La stampa estera ha scelto le opere e gli attori migliori della stagione in corso del cinema italiano

GOlden Globe 2017

Vince Vaughn ci ricasca: arrestato per guida in stato di ebbrezza

Nel 2001 era finito dietro le sbarre per una rissa da bar nella quale era stato accoltellato il collega Steve Buscemi