Martedì 18 Aprile 2017 - 11:15

Trump cambia strategia su Russia. Assange: Dietro c'è la Cia

Tra i fattori chiave l'interesse dell'industria bellica

Trump cambia strategia su Russia. Assange: Dietro c'è intelligence

Vi sarebbero le agenzie di intelligence degli Stati Uniti dietro il cambio di strategia del presidente americano Donald Trump sulla Russia. Lo ha dichiarato il fondatore di Wikileaks, Julian Assange, in un'intervista alla Cnn in spagnolo dall'ambasciata dell'Ecuador a Londra. Secondo Assange, a Trump sono bastati 77 giorni per essere 'digerito' dall'intelligence, in particolare dalla Cia: arrivato alla Casa Bianca con l'idea di migliorare le relazioni diplomatiche con il Cremlino, si è adeguato allo status quo tra Washington e Mosca perché "influenzato dai generali" del Pentagono nel suo gabinetto.

Il fondatore di Wikileaks ha presentato due fattori chiave nel cambiamento di strategia: l'interesse dell'industria bellica e il progetto della Cia "di intervenire in Siria".

Sulla crescente tensione tra Usa e Corea del Nord, Assange ha ribadito che fa parte della strategia di Trump per mostrare "influenza" di fronte alla Cina, a cui interessa che la penisola resti divisa perché non aumenti il potere di Seul.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Egitto, attacco alla moschea di Al-Arish. E' strage: almeno 235 morti e oltre 100 feriti

Preso di mira il tempio nella zona settentrionale del Sinai. I terroristi hanno lanciato bombe e sparato sui fedeli in fuga

Egitto, attacco alla moschea di Al-Arish. E' strage: almeno 235 morti e oltre 100 feriti

Preso di mira il tempio nella zona settentrionale del Sinai. I terroristi hanno lanciato bombe e sparato sui fedeli in fuga

Homeless report

Senzatetto le dà i suoi ultimi 20 dollari per la benzina. Lei sul web ne raccoglie per lui 114mila

L'incontro tra Kate e Johnny. Con i soldi ora potrà comprarsi una casa e lasciare la strada

FILE PHOTO: Former Paralympian Oscar Pistorius appears for sentencing for murder of Reeva Steenkamp at the Pretoria High Court

Pistorius, sentenza più che raddoppiata in appello: 13 anni per l'omicidio della fidanzata

L'atleta il 14 febbraio 2013 ha sparato quattro colpi alla modella Reeva Steenkamp. La famiglia della vittima: "C'è giustizia"