Martedì 07 Marzo 2017 - 09:15

Auto, al via Salone di Ginevra: attesi 700mila visitatori

Fca presenta il nuovo suv Alfa Romeo Stelvio

Auto, al via Salone di Ginevra: attesi 700mila visitatori

Sono 99 le première mondiali e 27 le anteprime europee attese quest'anno al Salone di Ginevra. La  più importante esposizione internazionale dell'auto in Europa, arrivata all'87esima edizione, apre i battenti oggi e domani per le giornate della stampa, per poi accogliere i visitatori dal 9 al 19 marzo. Atteso in tarda mattinata anche il ceo di Fca, Sergio Marchionne, che incontrerà i giornalisti. Come anticipato qualche giorno fa da Maurice Turrettini, presidente del Salone, quest'anno sono previsti almeno 700.000 visitatori, molti di loro in arrivo dalla vicina Italia.

In totale sono 900 i veicoli esposti e 250 gli espositori tra case automobilistiche, carrozzieri e fornitori da 30 Paesi. Gli stand si sviluppano su una superficie di oltre 80 mila metri quadrati, su cui si contano ben 700 marchi. I giornalisti accreditati sono più di 10 mila.

L'evento 2017 si apre sotto il segno di Psa Peugeot Citroen. La casa francese ha ufficializzato ieri l'acquisizione di Opel/Vauxhall dagli americani di General Motors. Inoltre, il gruppo guidato da Carlos Tavares ha portato a casa anche il prestigioso trofeo 'Car of the Year', assegnato in occasione del Salone svizzero. Una giuria di 58 giornalisti specializzati da 22 Paesi ha premiato il nuovo Suv della casa francese, la Peugeot 3008. Con una valutazione di 319 punti, il Suv ha battuto di misura l'Alfa Romeo Giulia, che si è posizionata seconda con 296 punti. A completare il podio è stata la tedesca Mercedes E-Class, ferma a 197 punti. Le altre vetture 'finaliste' erano la Citroen C3, la Nissan Micra, la Toyota C-HR e la Volvo S90/V90.

Tra le anteprime del Salone spiccano le 'supercar', tra cui la Ferrari 812 Superfast, la Pagani Huayra Roadster, la McLaren 720S e la Lamborghini Aventador S. Ma non sono solo i bolidi a essere protagonisti. Fiat Chrysler Automobiles porta a Ginevra il nuovo Suv Alfa Romeo Stelvio, prodotto nello stabilimento laziale di Cassino, e il Suv compatto Jeep Compass, che punta a rafforzare lo slancio sul mercato del marchio statunitense di Fca. Alla kermesse ginevrina, Fiat presenta la serie speciale numerata della 500, dedicata al sessantesimo anniversario dall'arrivo sul mercato dell'iconica 'piccola' italiana. I tedeschi di Volkswagen alzano invece il velo sulla Arteon, la nuova berlina della casa di Wolfsburg, mentre per il segmento B c'è attesa per le nuove Ford Fiesta, Seat Ibiza e Suzuki Swift.

A Ginevra, inoltre, c'è quest'anno uno spazio apposito dedicato alle auto 'verdi' e dal 14 al 16 marzo si terranno una serie di convegni sul tema della mobilità 'green', dalle vetture elettriche alle fuel cell a idrogeno. Un'attenzione speciale viene riservata anche ai 90 anni della gara automobilistica della '24 Ore di Le Mans', con una esposizione di 20 delle auto tra le più vincenti nella storia della competizione.

Il costo del biglietto per il Salone è di 16 franchi svizzeri per gli adulti, ovvero circa 15 euro, e di 9 franchi per i ragazzi da 6 a 16 anni (8,50 euro). Per i gruppi di almeno 20 persone il biglietto di ingresso costa 11 franchi (10,30 euro). Entrando dopo le ore 16 è possibile avere uno sconto del 50%.
 

Scritto da 
  • Lorenzo Allegrini
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

What Van Awards 2018, Doblò e Fiorini campioni a Londra

Per la terza volta consecutiva il Doblò Cargo di Fiat Professional è stato insignito del titolo di "Light Van of the Year", il Fiorino è stato acclamato nella categoria “Small Van”

Fca, arriva il Ducato minibus da 14 o 17 posti

La gamma del best-seller di Fiat Professional si amplia con la nuova versione. Motori turbodiesel MultiJet da 2,3 litri 150 CV e 3.0 litri da 140 CV Natural Power a metano. In listino da 41.750 Euro.

PD - Sit in del Partito democratico sotto la sede dell?Agcom

Fatturazione ogni 4 settimane: stop per legge, ma le Telco vanno avanti

AgCom e Parlamento sono intervenuti, ma le compagnie telefoniche continuano a proporli. Per i consumatori un danno da un miliardo all'anno

Euro sign seen at former ECB headquarters in Frankfurt

La PA italiana paga a oltre 100 giorni. Deferita alla Corte Ue

A tre anni dalla prima denuncia, situazione deprecabile. Il pubblico deve alle aziende circa 64 miliardi