Martedì 13 Giugno 2017 - 14:45

Avio, la corsa allo spazio parte da Colleferro. Gentiloni: Un gioiello

Visita del presidente del Consiglio nello stabilimento a sudest di Roma

Il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni visita lo stabilimento di Avio S.p.a.

Una recinzione di metallo immersa nella campagna assolata, a cui non si fa quasi caso. Dentro, enormi hangar dove si produce il motore più avanzato del mondo per la nuova generazione di lanciatori di satelliti europei. Siamo a Colleferro, una sessantina di chilometri a sudest di Roma. Non è un posto qualunque. Ad accogliere gli automobilisti in questa piccola cittadina, al centro della prima rotonda all'uscita dall'autostrada, è un modellino di razzo in scala alto tre metri. Dopo qualche chilometro ci si imbatte in Via degli Esplosivi, retaggio dei primi del Novecento, quando qui c'era lo stabilimento della Bombrini-Parodi-Delfino (Bpd), che fabbricava appunto esplosivi e prodotti chimici, da cui avrebbe avuto origine il settore spaziale.

Oggi c'è la Avio Spa, una delle due figlie della vecchia azienda del gruppo Fiat (l'altra è Avio Aero, che fa parte del gruppo americano General Electric). "Qui progettiamo e realizziamo propulsori, propellenti, tecnologie, software per la messa in piedi dei lanciatori spaziali, che sono oggetti che portano nello spazio i satelliti", spiega l'amministratore delegato Giulio Ranzo. Oggi ingegneri e operai hanno avuto l'occasione di incontrare il premier Paolo Gentiloni, che ha dedicato un'ora alla visita dello stabilimento. "Mi avete fatto scoprire un gioiello italiano a due passi da Roma", ha commentato il premier. "Colleferro ci porta nello spazio - ha sottolineato -. In questi anni tante aziende inclusa Google, hanno usato il lanciatore Vega per un motivo: perché per la sua fascia è quello più avanzato del mondo. E scusate se è poco, e se non c'è da esserne orgogliosi".

Ma cos'è il lanciatore Vega? Si tratta di un progetto europeo per la realizzazione di lanciatori di satelliti di piccole dimensioni. E' un progetto a guida italiana. E proprio la Avio sta realizzando ora il motore per la nuova generazione di questi lanciatori che si chiamerà Vega C. Lo stesso motore sarà utilizzato anche per la futura generazione di un altro grande progetto europeo per il lancio dei satelliti, l'Ariane 6. Primo lancio previsto nel 2019 per il primo, 2020 per il secondo.

Il motore si chiama P120C. La P sta per "propellente", 120 è il numero di tonnellate di carburante previste (ma sono diventate in realtà già 142) e la C sta per "comune", perché si userà appunto per entrambi i lanciatori. "Si fanno le prove nel cantiere qui accanto", ha spiegato il premier. I lanci avverranno dalla Guiana Francese, piccolo Stato sudamericano a nord del Brasile, che ospita la base da cui già oggi si effettuano i lanci delle attuali generazioni di questi progetti.

Avio Spa è una azienda in fase di grande crescita. E' andata in Borsa il 10 aprile, sul segmento Star, e ha un flottante di circa il 68% del capitale. Gli altri azionisti sono Leonardo (ex Finmeccanica), al 28%, circa mentre il 4% è nelle mani di un folto gruppo di manager dell'azienda, 45 tra prime e seconde linee dirigenziali.

Avio, ha sottolineato Gentiloni, "è un buon esempio di collaborazione istituzionale tra Stato e privati e la quotazione in Borsa ne è stata una testimonianza. E' un buon esempio di ciò che produce investire in ricerca e innovazione. Ha saputo trasformarsi nel corso del tempo senza inseguire la realtà ma anticipandola, riuscendo a trasformare antichi insegnamenti industriali in piattaforme tecnologiche per il futuro".
 

Scritto da 
  • Fabio De Ponte
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Convegno Mdp articolo uno

Speranza, monito a Pisapia: Altro uomo solo al comando non serve

Intervista del coordinatore Mdp al Corriere della Sera dopo le polemiche con Campo Progressista sulle distanze da tenere col Pd

Convegno Mdp articolo uno

Centrosinistra, alleanza lontana: salta incontro Pisapia-Speranza

In una nota di Campo Progressista rinviato il meeting previsto per oggi a Roma tra il leader Pisapia e Speranza di Mdp

Presentazione Palinsesti Rai

Daria Bignardi lascia la direzione di Rai3: risoluzione consensuale

La giornalista dice addio all'emittente pubblica. L'azienda: "Non ha richiesto il pagamento di alcuna buonuscita"

Vitalizi, si apre la partita. Rosato: Sostegno Pd alla legge, spero M5s sia con noi

Vitalizi, si apre la partita. Rosato: Pd c'è, spero anche M5S con noi

Inizia oggi l'esame della proposta alla Camera dopo giorni di scontri e accuse reciproche di plagio