Domenica 23 Luglio 2017 - 18:30

Ben Affleck: "Sarò ancora io Batman nel Cavaliere Oscuro"

L'attore smentisce le voci che lo volevano fuori dal progetto Warner per il terzo film della serie

Ben Affleck visibilmente ingrassato a passeggio

Ben Affleck non vuole appendere al chiodo la maschera e il mantello di Batman. Parola dell'attore, che a San Diego per l'importante Comic-Con di quest'anno, ha messo la parola fine alle voci che si rincorrevano da giorni a proposito del personaggio più famoso della DC Comics Expanded Universe. La più insistente riguardava proprio l'intenzione della Warner Bros, che produce i film sul supereroe, di accompagnare Affleck alla porta, in vista di un cambio di rotta sul personaggio a partire dal prossimo film, intitolato 'Cavaliere Oscuro'.

A sorpresa, invece, Affleck, ha smentito tutto. Nonostante le traversie personali, l'accoglienza piuttosto tiepida riservata a 'Batman v Superman' e il suo no a dirigere il prossimo film solista sul personaggio (a cui si aggiunge anche la riscrittura della sceneggiatura che porta la sua firma), Affleck si è detto sicuro del suo futuro nei panni di Bruce Wayne. Lo ha spiegato durante l'incontro dedicato a 'Justice League', lo ha ribadito ai microfoni di Entertainment Weekly: "La mia situazione rimane la stessa - ha spiegato - ho fatto i due film ('Batman vs Superman' e 'Justice League', ndr). Ho sempre avuto intenzione di farne un terzo ('The Batman', ndr), se in Warner vogliono farlo. Sicuramente, se il bat-telefono squilla, io rispondo."

In realtà, Affleck sta solo confermando implicitamente che ha firmato un contratto con la major per realizzare tre film, a cui si aggiunge il cameo in 'Suicide Squad' e quindi per parlere di un'eventuale revisione dle personaggio, bisognerà aspettare che il prossimo film che lo vedrà protagonista sbarchi nelle sale. Affleck si è anche detto entusiasta di prestare il volto a Bruce Wayne e ha spiegato che l'aver rinunciato alla regia non significa non amare il personaggio o non credere nel progetto. "È un lavoro enorme, già solo con gli stunt, il costume, l'azione e il personaggio - ha detto - . Fare tutto questo, e inoltre dirigere i film, sarebbe probabilmente troppo. Si rischia di compromettere qualcosa. Credo che la cosa sia stata interpretata come mancanza di interesse ed entusiasmo, quando invece io amo questo personaggio". Positivo anche il giudizio sul suo 'sostituto' Matt Reeves, attualmente in sala con 'The War - Il pianeta delle scimmie'. "La sua visione globale non me l'ha ancora svelata - ha detto Affleck - ma non vedo l'ora di sentire le sue proposte". L'attore, poi rassicura i fan: "Mi divertirò a fare Batman per tutto il tempo che mi vorranno. E quando sarà il momento di cambiare, di sicuro sceglieranno bene. Ma finché lo faccio io, farò del mio meglio, felice della fortuna che mi è capitata".

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

È morto il regista Umberto Lenzi: il papà di Er Monnezza

Regista e sceneggiatore, aveva inventato il personaggio di Er Monnezza

Berlusconi contro Sorrentino: "Il suo film è attacco politico"

L'ex Cav attacca l'ultimo lavoro del regista in cui Toni Servillo veste i suoi panni

Bob Weinstein

Caso Weinstein, anche il fratello Bob accusato di molestie

A parlare è la produttrice televisiva di "The Mist"

Caso Weinstein, il produttore Rosenberg ammette: "Tutti sapevamo ma abbiamo taciuto"

"Siamo rimasti in silenzio perché lui era la gallina dalle uova d'oro, ma ora mi sento complice e mi vergogno"