Giovedì 01 Marzo 2018 - 18:15

Benji e Fede: "Siamo solo noise? No, siamo qui per rimanere"

Il duo partito da Youtube presenta il terzo album. Che dimostra che non sono "meteore"

Partiti dal web e arrivati al grande pubblico delle radio. Idolatrati dalle teenager, ora conosciuti anche dagli adulti. Meteore, dicevano. Ma Benji e Fede con l'uscita del terzo album dimostrano, con i fatti, che si erano sbagliati. "Siamo qui per rimanere e per fare musica. Punto", taglia corto Benjamin, preferendo i fatti alle parole: "Inevitabilmente, se produci un terzo disco, il messaggio l'hai già mandato".

Sono cresciuti, i due 'fenomeni del web'. Hanno saputo crearsi una loro particolare strada verso il successo non passando dai talent. Nonostante questo, però, le critiche sono sempre ricadute numerose. Loro, negli anni, hanno imparato a farsele scivolare addosso: "Ci condizionavano all'inizio - ammette Federico Rossi -, ora ci abbiamo fatto l'abitudine. Anzi, sarebbe un problema se non ci fossero. Se le persone parlano vuol dire che comunque, in qualche modo, sei arrivato". E Benji scende nel dettaglio: "Bisogna segnare una linea di confine con gli insulti. Quelli entrano da un orecchio e escono dall'altro. Le critiche costruttive, invece, sono importanti e sono benvenute".

Loading the player...

Ed è proprio questo il presupposto da cui prende spunto il titolo del nuovo album del duo di Modena, 'Siamo solo noise', con un doppio significato: "Il primo - spiega Benji -, quello più serio, è 'siamo solo noi', cioè noi e i nostri fan a cui siamo riconoscenti perché grazie a loro abbiamo la possibilità di fare questo terzo disco. Ma vuol dire anche 'siamo solo rumore', letteralmente, perché per alcune persone siamo un'interferenza nella loro vita. A noi piace pensare di non essere stati solo rumore, i risultati parlano da soli".

Quei risultati hanno probabilmente dato una solidità diversa a Benji e Fede, oggi più sicuri di quello che sono e fanno. E riescono pure a fregarsene di chi continua a guardarli con aria snob, pensando che siano un prodotto destinato esclusivamente alle ragazzine. "La base di fan teenager è rimasta, e speriamo resti il più a lungo possibile crescendo insieme a noi. Ora stiamo riuscendo a colpire un pubblico più ampio e abbiamo raggiunto commenti positivi da parte di persone più grandi. È uno dei nostri obiettivi, ma noi continueremo a fare la musica che ci sentiamo di fare. Se poi si allarga il bacino di utenza, per noi è una soddisfazione in più", dice Fede con estrema serenità.

Intanto, quel pubblico che li ama e li segue da anni, Benji e Fede avranno occasione di incontrarlo nell'instore tour per due settimane in giro per l'Italia. L'ultima volta per loro, un po' ovunque, si erano formate code chilometriche. "Ci mette tanta energia - racconta Fede - è chiaro che alla fine siamo stanchissimi, ma anche soddisfatti. Speriamo di reggere". E dopo? Un tour? "L'idea c'è, stiamo preparando tutto. Ci sarà un grande evento iniziale, poi una tournée. E' ancora tutto top secret..."

Scritto da 
  • Chiara Troiano
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Beyonce e Jay-Z in concerto al Principality Stadium di Cardiff

Beyoncé e Jay-Z: pubblicato a sorpresa album 'Everything is love': un omaggio al loro amore

È un'opera musicale che celebra anche la vita coniugale dei due artisti

i  Foo Fighters in concerto in Brasile

Sorpresa a Firenze Rock: Guns N'Roses su palco con Foo Fighters

Il fuori programma al festival in programma alla Visarno Arena davanti a 65mila spettatori

È morto Danny Kirwan, il chitarrista dei Fleetwood Mac

Da tempo si era ritirato dalle scene

Gino Santercole

Addio a Gino Santercole, ragazzo della via Gluck e nipote di Celentano

Ha scritto le musiche di pietre miliari della canzone italiana come "Una carezza in un pugno" e "Svalutation"