Giovedì 19 Maggio 2016 - 12:00

Biagio Antonacci assolto da accusa evasione fiscale per 3,5 milioni

Il fatto non è più previsto dalla legge come reato

Biagio Antonacci assolto da accusa evasione fiscale per 3,5 milioni

E' stato assolto "perché il fatto non è più previsto dalla legge come reato" il cantante Biagio Antonacci, accusato di una maxi frode fiscale da 3,5 milioni di euro, messa a segno tra il 2004 e il 2008. Lo ha deciso il giudice monocratico della terza sezione penale di Milano, Luigi Varenelli, che ha anche dichiarato prescritto il reato di infedele dichiarazione dei redditi relativamente agli anni compresi tra il 2004 e il 2007. In relazione all'anno fiscale 2007, il giudice ha sottolineato come "il fatto non è più previsto dalla legge come reato" perché, in base a quanto previsto dalla normativa, le evasioni fiscali inferiori ai 150mila euro non sono più penalmente rilevanti. Il viceprocuratore onorario, invece, aveva chiesto di condannare il cantante a 1 anno e 6 mesi di reclusione.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Giulianova, studente accoltella al volto compagno di scuola

Il ragazzo è stato denunciato per lesioni personali. Prognosi di 30 giorni per l'altro studente che ha riportato anche la frattura del molare

Paolo Gentiloni in Commissione antimafia

Servizi segreti: "Isis pericolo concreto in Italia. Attenzione alle cybercampagne"

L'allarme nell'ultimo rapporto dell'intelligence italiana presentato in Parlamento

Reggio Emilia, presa la 'banda dei salami': furto di affettati per 20mila euro

Prosciutto, salsiccia, coppa e tanti altri salumi nel 'goloso' bottino. I ladri identificati grazie alle telecamere