Giovedì 04 Gennaio 2018 - 17:15

Milano vola sul record di Wall Street: massimi per Fca

Nel durante l'indice ha superato quota 22.500. La chiusura a quota 25.512 (+2,77%)

Seduta da incorniciare per Piazza Affari. L'indice Ftse Mib ha chiuso in progresso del 2,77% a quota 22.512,13 punti. Ieri il listino milanese ha posto fine a una striscia di 5 sedute consecutive in ribasso. La spinta arriva ancora una volta dai nuovi record toccati da Wall Street (Dow Jones per la prima volta oltre i 25mila punti). Molto bene anche Tokyo che ha inaugurato il 2018 con la miglior seduta dal 2016 e spingendosi al livello più alto dell'indice Nikkei dal gennaio 1992.

Sui mercati prevale l'ottimismo sulle prospettive di accelerazione della crescita economica a livello globale. Buone indicazioni oggi dal Pmi servizi cinese, andato oltre le attese, e dai Pmi europei, con quello composite dell'area euro balzato a fine 2017 ai massimi degli ultimi 7 anni.

A Piazza Affari molto bene i titoli oil con Saipem salito del 2,72% a 3,924 euro in scia ai massimi toccati dal petrolio Wti oltre quota 62 dollari al barile.

In evidenza le banche, con Ubi Banca in progresso di quasi il 5% (+4,97% a 3,804 euro) e Unicredit del 3,42% a 16,33 euro, sovraperformando i titoli bancari in Europa.

Vero e proprio exploit del titolo Fca (+8,36% a 16,85 euro) seguito a ruota dagli altri testimonial della galassia Agnelli (+6,86% a 55,30 euro Exor e +4,17% a 92,50 euro Ferrari). Per Fca, che oggi è stato a tratti anche oltre quota 17 euro, si tratta dei nuovi massimi storici, ossia da quando c'è stata la fusione tra Fiat e Chrysler. La speculazione continua a sostenere il titolo in vista di operazioni straordinarie, a partire dallo spin-off di Magneti Marelli. Secondo Mediobanca Securities Fca è il principale beneficiario di un mercato auto Usa che si sta mantenendo solido vicino ai livelli record e in prospettiva troverà sponda anche dagli effetti della riforma fiscale.

Bene infine Moncler (+1,95% a 26,10 euro) che ha fissato per il 27 febbraio il Capital Market day  dove illustrerà la strategia e gli obiettivi del gruppo per i prossimi anni. "Pensiamo che questo evento possa sostenere ulteriormente l'equity story e la visibilità sulle crescite future", rimarca Equita sim che ha rating buy su Moncler con target price a 26,7 euro e si aspetta un newsflow positivo sui numeri 2017 a dispetto dei timori relativi alla difficile base di confronto e dello slittamento di un paio di aperture di negozi dal quarto trimestre 2017 al primo del 2018.
 

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Borsa, ancora segno più per Piazza Affari, scende lo spread

Apertura positiva dopo il balzo del 3,42% di ieri

Borsa, Milano brilla dopo le parole di Tria: exploit Unicredit e Intesa

Il ministro dell'Economia assicura che l'Italia non uscirà dall'euro e l'indice Ftse Mib chiude a +3,42%

L'Economia del Corriere compie un anno: evento L’Italia genera futuro alla Borsa di Milano

Borsa, spread in calo: sotto i 250 punti. Milano accelera

Le banche scattano in avvio: +2% per Banco Bpm e Bper