Venerdì 13 Ottobre 2017 - 15:45

Brasile, il ministro della Giustizia contro Battisti: "Ha violato la nostra fiducia"

L'ex terrorista replica: "La mia arma di difesa non è la fuga. Sono dalla parte della ragione". Il sindaco di San Paolo: "L'estradizione deve essere immediata"

Brasile, il ministro della Giustizia contro Battisti: "Ha violato la nostra fiducia"

Cesare Battisti ha "violato la fiducia" del Brasile con il suo tentativo "sospetto" di attraversare il confine con la Bolivia. Parole dure da parte del ministro della Giustizia brasiliano, Torquato Jardim, intervistato da Bbc Brasil. L'esponente dell'esecutivo ha confermato l'intenzione del governo di Brasilia di rivedere la decisione del 2010 dell'ex presidente Luiz Inacio Lula da Silva di rifiutare l'estradizione dell'ex membro dei Proletari armati per il comunismo. Jardim ha parlato anche di un "miglioramento delle relazioni diplomatiche con l'Italia" e ha sostenuto che la decisione sull'estradizione un "atto sovrano", che può essere preso in qualsiasi momento. Il ministro raccomanda comunque che il presidente Michel Temer attenda la decisione del giudice della Corte suprema di giustizia, Luiz Fux, sull'habeas corpus precauzionale presentato dalla difesa di Battisti. È la prima volta che il ministro parla apertamente dei negoziati per l'estradizione dell'ex Pac, condannato in contumacia in Italia a quattro ergastoli per altrettanti omicidi.

La replica di Battisti non si è fatta attendere. "La mia arma di difesa non è la fuga. Sono dalla parte della ragione, ho tutto dalla mia parte. Sono in prescrizione dal 2013 e non si può tornare dopo cinque anni", ha dichiarato in un'intervista alla Folha de Sao Paolo. "Come può un Paese accogliermi, permettermi di crearmi una famiglia, affetti, professione, e poi dire 'Basta, ora te ne vai'?. Che mostruosità è?", ha proseguito Battisti, facendo riferimento alla possibile estradizione dal Brasile all'Italia.

La principale minaccia, ha continuato, viene "dall'Italia. Un Paese tanto arrogante, è chiaro che ritenga sia un compito facile" portarmi fuori dal Brasile.

Sul caso si è espresso anche il sindaco di San Paolo, João Doria, che oggi ha incontrato a Milano il primo cittadino Giuseppe Sala."Cesare Battisti deve rispondere in Italia dei suoi reati. Il Brasile non può dare protezione a un criminale. L'estradizione deve essere immediata". 

Loading the player...
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Papa Francesco in Cile

Cile, altre 3 chiese attaccate all'alba: 9 da scorsa settimana

Gli ultimi attacchi incendiari qualche ora dopo l'arrivo di Papa Francesco.

Papa Francesco Incontro con le Autorità, con la Società civile di Santiago

Cile, Papa chiede perdono per scandali pedofilia: "Vergogna, non si ripeta"

Il pontefice parlando alle autorità cilene nel Palacio de la Moneda di Santiago su decenni di episodi perpetrati da sacerdoti

Verginità all'asta per pagarsi gli studi: 18enne italiana raccoglie 1 milione di euro

Vuole studiare a Cambridge, acquistare una casa e viaggiare: perciò ha preso la decisione di vendersi sul web. The Sun l'ha sentita e assicura che non è un falso

Giappone, allarme a Gamagori: pesce velenoso venduto per errore

Il fugu è considerato una prelibatezza nel Paese, ma dev'essere cucinato da cuochi esperti. Anche un solo boccone può rivelarsi fatale