Domenica 26 Marzo 2017 - 09:30

Camorra, detenuto evade del carcere: catturato nel casertano

E' finito nuovamente in cella Alessandro Menditti, evaso a Frosinone il 18 marzo scorso. Ritenuto vicino ai vertici del clan di camorra Belforte, era ricercato in tutta Italia.

E' stato catturato Alessandro Menditti, evaso dal carcere di Frosinone il 18 marzo scorso. L'uomo è stato fermato dai carabinieri del Nucleo investigativo di Caserta a Recale, nel casertano. Manditti, ritenuto vicino ai vertici del clan di camorra Belforte, era ricercato in tutta Italia. Aveva tentato la fuga assieme al suo compagno di stanza Ilirjan Boce, albanese, rimasto ferito mentre scavalcava il muro di cinta e bloccato dalla polizia penitenziaria. Sono tutt'ora in corso le indagini da parte per accertare se ci siano stati altri eventuali complici dell'evasione. "Un plauso alle forze di polizia e ai carabinieri del nucleo investigativo di Caserta per tale arresto soprattutto anche al fine di far espletare interamente la pena al detenuto in carcere", dichiara in una nota la Federazione nazionale per la sicurezza Cisl Lazio.
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Qualiano, figlio uccide la madre e si barrica in casa

Napoli, catturato dopo ore dai carabinieri: aveva ucciso la madre e si era barricato in casa

Dramma familiare a Qualiano. Il 37enne, con problemi psichici, ha aperto il fuoco contro la donna

Pompei: i nuovi scavi della Regia V

Via alle analisi per stabilire età e attività del bimbo di Pompei

Si svolgeranno nel centro di Ricerche del Parco archeologico. Dallo scheletro, pressoché perfetto, indicazioni sulla vita nella città distrutta dall'eruzione

Manifestazione "no al debito ingiusto" a Napoli

Sottomarino Usa usato in Siria era a Napoli. De Magistris: "Mai più"

Il sindaco: "La nostra è una città denuclearizzata"

Continuano le operazioni di spegnimento dell'incendio all'azienda Rykem di San Donato

Napoli, picchia la compagna incinta: lei perde il bambino

Il 44enne è accusato di maltrattamenti in famiglia e procurato aborto