Sabato 25 Novembre 2017 - 09:45

Stupro Firenze, legale carabiniere: "È bel ragazzo, non ha bisogno di violentare"

Insieme al collega è accusato di aver violentato due studentesse americane la notte del 7 settembre

Parma, l'Ospedale Maggiore dove è morto Toto Riina

"È un bel ragazzo, non ha bisogno di violentare". Giorgio Carta, il legale dei due carabinieri accusati di aver violentato due studentesse americane di 19 e 21 anni la notte del 7 settembre a Firenze, difende così il carabiniere scelto Pietro Costa, indagato insieme all'appuntato scelto Mario Camuffo, ai microfoni di Radio Capital.

Mercoledì le due giovani sono state sentitie nell'aula bunker dal gip Mario Profeta in incidente probatorionell'ambito dell'inchiesta sulla presunta violenza sessuale. I legali delle due ragazze, gli avvocati Gabriele Zanobini e Francesca D'Alessandro, hanno spiegato ai giornalisti che le loro assistite hanno confermato senza contraddizioni all'incidente probatorio i loro racconti nonostante le numerose domande che i difensori dei due militari avevano chiesto di fare al giudice nella forma della modalità protetta con cui sono state sentite.

Le due studentesse hanno raccontato che all'uscita della discoteca in piazzale Michelangelo, avrebbero chiesto informazioni a dei carabinieri in divisa, in servizio, intervenuti sul posto, con altre due pattuglie, per sedare un accenno di rissa. I due militari si sarebbero resi disponibili ad accompagnarle a casa. Con l'auto di servizio le avrebbero portate fino al palazzo, in centro città, dove le ragazze vivono in affitto. E nel palazzo si sarebbero consumate le violenze, tra l'androne e l'ascensore. Uno dei due indagatiha ammesso di aver avuto un rapporto sessuale con una delle due ragazze, sostenendo però che fosse consenziente.

 

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Soccorsi ai feriti in Metropolitana fermata cadorna a seguito di una brusca frenata del convoglio

Volo di 14 metri in un cantiere navale. Muore operaio a Pisa

L'uomo, 39 anni, faceva il saldatore per una ditta d'appalto. E' caduto da uno yacht sul quale stava lavorando

Milano, incidente stradale in Viale Renato Serra

Firenze, donna incinta al quinto mese muore dopo operazione

Non è stato possibile salvare neanche il feto

Piazza Vittorio, Carabinieri sul luogo dove una donna è stata violentata nella notte

Livorno, uccide l'ex moglie nello studio dentistico e poi si suicida

L'uomo era già stato agli arresti domiciliari per stalking

Olympics Drugs Test

Lucca, doping a giovani ciclisti: 6 arresti e altri 17 indagati

Nel mirino una delle maggiori squadre del ciclismo dilettantistico. Atleti incoraggiati al doping. La tragica storia di Linas Rumsas