Giovedì 12 Ottobre 2017 - 19:00

Caso Weinstein, la polizia di New York e quella britannica indagano sulle violenze

Intanto si allunga la lista di attrici e modelle molestate dal produttore hollywoodiano: c'è anche Cara Delevingne

Caso Weinstein, la polizia di New York e quella britannica indagano sulle violenze

Il dipartimento di polizia di New York sta investigando su una denuncia di violenza sessuale che sarebbe stata commessa nel 2004 dal produttore cinematografico Harvey Weinstein. "Il Nypd sta investigando su una denuncia di violenza sessuali del 2004", ha detto il dipartimento in una dichiarazione e, interrogato da Reuters a proposito di un coinvolgimento di Weinstein nell'inchiesta, un portavoce ha risposto "Sì".

"No comment" la risposta della portavoce di Weinstein, Sallie Hofmeister, in merito all'indagine.

"Basandosi sulle informazioni riportate nelle ultime notizie pubblicate dai media, il dipartimento sta conducendo nuove indagini per verificare se ci siano ulteriori denunce relative al caso Weinstein", ha detto anche il Nypd. L'apertura dell'inchiesta fa seguito alle accuse di numerose donne, molte delle quali attrici di spicco, che Weinstein avrebbe molestato o stuprato negli ultimi tre decenni.

LEGGI ANCHE Anche Delevingne molestata da Weinstein. E Lea Seydoux

Secondo quanto riporta il Guardian, anche la polizia britannica sta indagando sul produttore cinematografico per presunti reati sessuali. A proposito del rapporto, un portavoce della polizia metropolitana di Londra ha dichiarato: "Mercoledì il servizio di polizia ha ricevuto dagli agenti di Merseyside una denuncia di violenza sessuale. L'accusa sarà valutata dagli ufficiali del Comando per gli abusi su minori e le molestie sessuali".

Il portavoce ha detto che la polizia non avrebbe ancora identificato la persona coinvolta.

Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Foto tratta dal profilo Twitter #SAVEAHMAD

L'accademico iraniano Djalali confessa: "Spionaggio per sabotare programma nucleare"

L'ammissione alla tv di Stato. Secondo la moglie, tuttavia, l'uomo, già condannato a morte, sarebbe stato costretto dai suoi interlocutori a leggere la confessione

Sventato attacco a San Pietroburgo grazie alla Cia. Putin ringrazia Trump

L'informazione fornita dall'agenzia ha permesso di arrestare alcuni terroristi, forse legati all'Isis, che preparavano attentati

Foto tratta dal profilo Twitter

Libano, diplomatica britannica strangolata dopo violenza sessuale

Il suo cadavere è stato trovato sul ciglio di una strada

Igor interrogato in Spagna: "Accetto processo in Italia"

Intanto, è caccia alla rete di complici che hanno concesso a Igor il russo di trasferirsi dall'Italia fino in Spagna