Lunedì 11 Settembre 2017 - 21:00

Catalogna, un milione in corteo pro referendum indipendenza a Barcellona

La Corte costituzionale spagnola ha sospeso la consultazione, ma i catalani non ci stanno

Catalogna, un milione in corteo pro referendum indipendenza a Barcellona

Circa un milione di catalani hanno sfilato per le vie di Barcellona, sventolando le bandiere rosse e gialle della Catalogna, in segno di sostegno al referendum per l'indipendenza della regione, che è stato indetto per il 1° ottobre ma il governo spagnolo si è mosso per bloccare. Alla manifestazione si è anche tenuto un minuto di silenzio in ricordo delle vittime morte negli attacchi di agosto.

Il corteo giunge nella cosiddetta Diada, festività in cui la Catalogna commemora la caduta di Barcellona nelle mani della Spagna nel 1714. Questa giornata viene tradizionalmente usata dagli indipendentisti per rinnovare il proprio invito a staccarsi dal governo centrale di Madrid. Giovedì la Corte costituzionale spagnola ha sospeso il referendum a seguito dell'azione legale avviata contro la consultazione del premier Mariano Rajoy. "Non esiste l'ipotesi che il referendum non vada avanti", ha dichiarato oggi il governatore della Catalogna, Carles Puigdemont, aggiungendo che è anche pronto ad andare in prigione. Finora la maggioranza dei sindaci della regione ha annunciato che permetterà l'uso delle strutture municipali per il voto.

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Spagna, la policia nacional lascia le città catalane

Barcellona, 34enne italiano morto accoltellato durante una rissa

È deceduto in ospedale, dove era arrivato in stato critico

Isabell e Preble: morire insieme dopo 71 anni di matrimonio

Una storia americana: si sposarono nel 1946, hanno vissuto sempre vicini e se ne sono andati a poche ore di distanza l'uno dall'altra

The Argentine military submarine ARA San Juan and crew are seen leaving the port of Buenos Aires

Sottomarino scomparso: ci fu esplosione in zona ultimo segnale

Un "rumore" era stato registrato circa tre ore dopo l'ultima comunicazione avuta con il mezzo disperso dal 15 novembre

Ratko Mladic

Chi è Ratko Mladic: 'macellaio' di Srebrenica e assedio Sarajevo

L'ex generale è stato condannato per genocidio e crimini contro l'umanità