Martedì 19 Settembre 2017 - 09:00

Catania, violenta dottoressa della guardia medica: arrestato un 26enne

Sull'accaduto la Procura di Catania ha aperto un'inchiesta

Bossico, incidente stradale: muore 81enne

Una dottoressa di turno alla guardia medica è stata aggredita e violentata da un ragazzo italiano di 26 anni. È accaduto intorno alle 2.30 a Trecastagni, in provincia di Catania, e ora il giovane, con piccoli precedenti penali, è stato arrestato dai carabinieri.

Secondo una prima ricostruzione, il giovane sarebbe entrato nella guardia medica di Trecastagni con la scusa di farsi curare. Poi avrebbe dato in escandescenze, danneggiando la stanza, e si sarebbe avventato sulla dottoressa, sequestrandola e violentandola. Un passante, sentendo urla di donna provenire dalla guardia medica, ha avvisato i carabinieri che sono subiti intervenuti. La dottoressa, che sarebbe riuscita a fuggire, è stata soccorsa da militari della compagnia di Arcireale che hanno fatto irruzione nella guardia medica e arrestato il 26enne che, ancora seminudo, cercava di fuggire. 

La vittima, 51enne camice bianco della guardia medica di via Agostino De Pretis a Trecastagni, si trova ancora ricoverata all'ospedale di Acireale per gli accertamenti sanitari di rito. L'arrestato è stato portato al carcere di Catania Piazza Lanza.

Sulla vicenda, è intervenuta la ministra della Sanità Beatrice Lorenzin con un tweet: "Sconvolta per ennesimo atto di violenza su una donna medico in un luogo di cura. Inaccettabile".

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Milano, temperature vicine allo zero, persone infreddolite a porta Nuova

Nebbia e gelo: il meteo del 17 e del 18 dicembre

Continuano a scendere le temperature in questo nuovo inizio di settimana

REALI DI SAVOIA

Vittorio Emanuele III in Italia, la comunità ebraica contro il rientro: "Fatto inquietante"

La salma, partita da Alessandra d'Egitto durante la notte, è arrivata al santuario di Vicoforte

REALI DI SAVOIA

Savoia, la salma della regina Elena torna in Italia

Le spoglie sono ora al Santuario di Vicoforte e presto potrebbero arrivare anche quelle del marito, re Vittorio Emanuele III

Da operaio a rubagalline fino a diventare un killer: ecco chi è 'Igor'

L'ex soldato è arrivato in Italia nel 2005, prima lavora poi inizia a delinquere