Domenica 12 Novembre 2017 - 12:00

Pisapia: "Non vogliamo un'altra Sicilia. Serve un centrosinistra alternativo e unito"

Il leader di Campo Progressista: "Al Pd dico che l'idea dell'autosufficienza è un suicidio politico". Bersani: "Grande trattativa? Cado dalle nubi"

Incontro nazionale di Campo Progressista

"Dobbiamo fare di tutto per chiedere discontinuità. Per andare avanti e non arrendersi al rischio di un altro fallimento per il centrosinistra. Non vogliamo un'altra Sicilia. Quello che chiediamo è un centrosinistra radicalmente alternativo". Così il leader di Campi Progressista Giuliano Pisapia è intervenuto a 'Diversa', l'iniziativa che ha promosso a Roma. "Non possiamo condannarci da soli, mi rivolgo al Pd: l'idea dell'autosufficienza è un suicidio politico. Non possiamo regalare il Paese a chi l'ha già distrutto più volte. La prossima settimana sarà importante. Lunedì il Pd si riunirà con i suoi dirigenti, il 19 ci sarà il congresso di Mdp - ha continuato Pisapia - A tutti vogliamo ribadire: non ci saremo se andremo a creare qualcosa che non riesce a parlare a gran parte del Paese. Ma agli amici del Pd dobbiamo dire con forza: unità, perché senza non si vince, discontinuità, perché senza è il Paese che perde".

Continuando il suo discorso, Pisapia ha aggiunto: "Non ci può essere nessun cammino insieme a chi pensa che all'interno del nuovo centrosinistra ci possa essere un vecchio o un nuovo centrodestra. Non è mai stata un'opzione accettabile".

 

 

Loading the player...

A margine dell'iniziativa, Gianni Cuperlo della minoranza dem del Pd a Roma, ha spiegato: "Casa mia è il centrosinistra. Ho scelto di restare nel Pd e mi batto perché resti ancorato alla sua natura, che è quella di essere il perno di un centrosinistra largo, civico e inclusivo. Quello che si muove alla nostra sinistra è un percorso verso cui ho grande rispetto e mi auguro ci sia la volontà di camminare insieme, perché di una cosa bisogna avere sicurezza, soprattutto dopo il voto siciliano: la sinistra divisa non vede una parte prevalere sull'altra, perdiamo tutti".

Presente all'iniziativa promossa dal leader di Campo Progressista Giuliano Pisapia anche la presidente della Camera, Laura Boldrini: "Sono qui per dare il mio contributo per favorire il dialogo tra diverse espressioni del mondo progressista. Per chi ha idee affini sarebbe imperativo stare insieme, perché dobbiamo dare un sacco di risposte a chi non va più a votare o se ci va lo fa per rabbia. L'obiettivo non è un'alleanza purché sia. Non basta mettere un simbolo accanto a un altro simbolo. E non basta neanche fare le alleanze 'contro', perché questo non mobilita nessuno", ha aggiunto Boldrini.

Loading the player...

Intanto, secondo indiscrezioni di stampa, Matteo Renzi e Pier Luigi Bersani sarebbero al lavoro per una trattativa che, partendo da un accordo unitario per i 341 collegi uninominali, riunisca tutto il Centrosinistra. Ma su twitter Pier Luigi Bersani (Mdp), citando il titolo di un film di Checco Zalone, ha risposto: "A leggere di questa 'grande trattativa' cado dalle nubi. @repubblica", riferendosi all'apertura del quotidiano Repubblica che titola: 'Pd-Bersani, l'ultima trattativa: così Renzi apre alla sinistra'.

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Comizio del M5S in piazza Università a Catania

M5S, Di Battista: "Ho querelato Berlusconi, gli ho chiesto 100mila euro"

L'ex cav aveva dichiarato giorni fa che il deputato M5s non è laureato

Manifestazione No Vax partita da Piazza Cairoli a Milano

Ue: "No vax responsabili della morte di diversi bambini"

La sentenza chiede al governo italiano di sostituirsi ai genitori che non vaccinano i figli

Rimini, Italia 5 Stelle 2017

Sondaggio Ixè/Radio1: M5S si conferma primo partito con 28 per cento

Il Pd scende perdendo 0,4% rispetto alla settimana scorsa e portandosi al 23,4%, mentre Forza Italia cresce dello 0,3%

Camera dei Deputati - Il deputato PD Francantonio Genovese

Messina, Genovese jr e padre indagati per riciclaggio: maxi sequestro di beni

Bufera giudiziaria sulla famiglia dell'ex deputato Francantonio. Coinvolto anche il figlio Luigi, il baby deputato FI eletto con con quasi 18.000 preferenze