Martedì 01 Maggio 2018 - 15:15

Champions, Di Francesco tenta 'Remuntada' bis con Liverpool: "Crediamoci"

La voglia è quella di fare una "grande rimonta", magari ripetendo l'impresa ai quarti con il Barcellona, annientato 3-0 all'Olimpico dopo il 4-1 subito al Camp Nou

Champions League, conferenza stampa AS Roma

Anche se nessuna squadra è mai riuscita a ribaltare un 5-2 subito all'andata in Champions League, il mantra giallorosso è chiarissimo: 'Crediamoci'. Alla vigilia del ritorno della semifinale tra Roma e Liverpool, Eusebio Di Francesco non molla il sogno Kiev ("Secondo voi andiamo a giocare una gara così importante di Champions davanti a 70mila persone in modo arrendevole", dice ai giornalisti nella consueta conferenza stampa) e ringhia così: "Noi saremo entusiasti e arrembanti, voglio vedere la voglia di andare oltre l'ostacolo, cercando di fare qualcosa di grande mettendo in campo tutto quello che abbiamo. Non dobbiamo accontentarci".

Loading the player...

La voglia è quella di fare una "grande rimonta", magari ripetendo l'impresa ai quarti con il Barcellona, annientato 3-0 all'Olimpico dopo il 4-1 subito al Camp Nou. "Farei un copia e incolla di quella che è stata la prestazione con il Barcellona. Dovremo alzare la qualità della prestazione atletica della gara - spiega il mister abruzzese - Rispetto alla sfida con i blaugrana affrontiamo una squadra diversa differente dal puto di vista tattico e di mentalità, ma dal punto di vista motivazionale per noi non cambia nulla". Con DiFra in conferenza si presenta Radja Nainggolan che prima avvisa - "Credo che contro il Liverpool sarà ancora più difficile. È una squadra molto forte sul piano fisico - e poi carica i tifosi: "Non ho mai segnato in Champions, magari mi sblocco domani... È stato un percorso bellissimo, io ci credo". E per superare lo scoglio Reds servirà una Roma quasi perfetta, cercando di mantenere inviolata la porta - mai battuta all'Olimpico in Champions in questa stagione - e attaccare con cinismo. Sul primo aspetto molto dipenderà da come verrà contenuto Salah, all'andata devastante con due gol e due assist, ma per l'asso egiziano "non si sposterà il baricentro della squadra".

Per agguantare la finale serviranno però almeno tre gol e qui Di Francesco 'lucida' il suo bomber: "Dzeko deve sentirsi responsabilizzato. Lui è uno dei giocatori più rappresentativi di questa squadra. Speriamo possa essere determinante come lo è stato per lo loro Salah all'andata". I giallorossi dovrebbero schierarsi con il 4-3-3: davanti ad Alison spazio a Florenzi e Kolarov sulle fasce con la coppia Fazio-Manolas al centro. In mediana fuori Strootman, con Nainggolan e Pellegrini ai lati di capitan De Rossi, fantastico nella rimonta con il Barcellona. In attacco Dzeko sarà supportato sulle fasce da El Shaarawy e Schick, reduce da due gol consecutivi in campionato e capace anche di portare peso fisico in avanti.

L'alternativa tattica? Il 4-2-3-1 con Gonalons argine insieme a De Rossi e il Ninja Radja nel ruolo di incursore-trequartista. Più vicino alla porta e pronto ad approfittare delle amnesie di Lovren: e se il primo gol del belga in Champions arrivasse proprio nella gara più attesa? Di sicuro la Roma ci crede con il popolo giallorosso pronto a spingere l'impresa nell'Olimpico già esaurito da giorni.

Loading the player...
Scritto da 
  • Alessandro Banfo
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Jose Mourinho File Photo

Man United, guerra aperta tra Pogba e Mourinho

Lo sfogo del centrocampista: "Ci sono cose che non posso dire altrimenti sarò multato". 'Special One' infuriato

Manchester United v Arsenal - Premier League

Pogba vuole lasciare lo United: il Barça spera ancora

Continuano i contatti con Raiola, possibile 'alleato' in questa operazione

Ore decisive per Modric. Il Real fa muro. Everton scatenato

Oggi l'incontro tra gli agenti del giocatore e Florentino Perez. In casa Napoli la scelta tra i pali è stata fatta: sarà all-in per Guillermo Ochoa

International Champions Cup, Bayern Monaco-Psg

Ligue 1 al via, tutti contro il Psg di Buffon, Mbappè e Neymar

Gli investitori stranieri mostrano sempre più interesse per le squadre francesi, ma il team parigino è sempre il favorito