Mercoledì 27 Settembre 2017 - 22:45

Champions, Juve-Olympiakos 2-0: la zampata del reietto Higuain salva Allegri

Il 'Pipita' entra al 60' e dopo 9 minuti sblocca il risultato, Mandzukic firma il raddoppio

Juventus - Olympiacos

La faccenda, la brutta faccenda in cui si è infilata la Juventus contro l'Olympiakos rischiando di complicare la qualificazione in Champions League, l'ha risolta lui, Gonzalo Higuain, il reietto. Ha impiegato nove minuti per il disbrigo di questa pratica e per riprendersi il posto che gli spetta, al centro dell'attacco: al 60' Massimiliano Allegri ha avuto la bontà di mandarlo in campo, al 69' il Pipita l'ha buttata dentro stendendo un velo sulla prestazione pietosa della sua squadra. Poi è arrivato il raddoppio di Mandzukic, sì, ma la partita ormai si era trasformata in discesa. Il resto non conta, almeno per l'argentino che ultimamente camminava a testa bassa e pareva aver perso il senso innato del gol. Pareva, appunto. Il resto conta semmai per riflessioni non positive sulla prestazione dei bianconeri. Che in Europa cambiano pelle anche al cospetto di avversari mediocri. C'è da lavorare, insomma, più sulla testa che sugli schemi.

Per capire: trentaquattro sono i minuti che la Juventus ha impiegato per imbastire un'azione di gioco capace di portare qualcuno, nello specifico Mandzukic, a tirare in porta e a impegnare il portiere dell'Olympiakos. Questo per dire quanto sia stata brutta e sincopata la prestazione dei campioni d'Italia contro una formazione stordita dalla crisi e non proprio in possesso di talenti cristallini, vulnerabilissima se aggredita nel modo giusto, aggrappata al vecchio teorema della palla lunga e pedalare. Eppure i bianconeri, che ancora una volta hanno scelto di schierare l'approssimativo Douglas Costa, si sono incartai da soli, vittime di troppi errori in fase di impostazione, incapaci di imprimere accelerazioni alla manovra, orfani di Pjanic, costretto ad arrendersi a un risentimento muscolare nella fase di riscaldamento e rimpiazzato dal giovane Bentancur. Il bosniaco in questo preciso frangente è l'unico capace di garantire genialità e geometrie al gioco della Juventus, soprattutto quando Dybala si prende una serata di riposo e Cuadrado fatica a ingranare. Molto avrebbe potuto fare Douglas Costa, che per adesso invece è abbastanza prevedibile: scatto e cross, manco fosse il Krasic nero. Per carità, qualche traversone invitante lo ha scaraventato in mezzo all'area, ma da chi è costato quasi 50 milioni di euro ed è stato sbandierato come acquisto clou del mercato è lecito attendersi di più.

Va da sé che la modestia dell'Olympiakos ha creato le condizioni perché la Juventus potesse comunque sbloccare il risultato con Sturato, ancora Mandzukic, Dybala e un goffo tentativo di autorete di Engels. Episodi del quarto d'ora finale del primo tempo che hanno in parte spostato l'ago della bilancia a favore della squadra di Allegri, però è indiscutibile che l'approccio in Europa continui a essere sbagliato. Nella loro pochezza assoluta, i greci hanno organizzato un paio di ripartenze pericolose che hanno mandato in apprensione Buffon e l'intera retroguardia. La mossa di togliere dalla naftalina Higuain (al posto di Cuadrado) dopo un'ora ha dato il senso di quanto fosse in difficoltà la Juventus a trovare uno sbocco offensivo efficace. Il Pipita si è ripreso il posto in attacco e Mandzukic ha traslocato a sinistra, la gara è diventata tafferuglio perché gli assalti bianconeri hanno smarrito lucidità e sono diventati solo una questione nevrile. Fino a quando Higuain non ha segnato e tutto è stato più facile, raddoppio di Mandzukic compreso, a dieci minuti dall'epilogo.

Scritto da 
  • Vittorio Oreggia
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Juventus vs Inter

Juventus-Inter finisce pari, Allegri: "Mancato gol, loro da scudetto"

Finita la partita è tempo di fare autoanalisi. Spalletti: "Grandissimo punto ma potevamo fare di più"

Juventus vs Inter

Cuadrado-Pjanic convincono, Perisic-Icardi in ombra: le pagelle di Juve-Inter

I voti ai giocatori in campo per il derby d'Italia

Juventus vs Inter

Serie A, l'Inter tiene, la Juve non sfonda e recrimina: 0-0 a Torino

Il derby d'Italia finisce in parità: la Juventus non ha vinto e l'Inter non ha perso

Juventus vs Inter

Serie A, Juventus-Inter finisce 0-0

Finisce 0-0 all’Allianz Stadium tra Juventus e Inter. I nerazzurri restano in testa alla classifica con 40 punti. La Juve raggiunge il Napoli a quota 38.