Venerdì 13 Aprile 2018 - 10:15

Consultazioni, Mattarella: "Nessun progresso. Valuterò come uscire dallo stallo"

Il capo dello Stato riceve Napolitano, poi i presidente di Camera e Senato, Fico e Casellati

Sergio Mattarella in occasione del 166° anniversario costituzione Polizia di Stato

"Dall'andamento delle consultazioni di questi giorni emerge con evidenza che il confronto tra i partiti per dar vita in Parlamento a una maggioranza che sostenga un governo non ha fatto progressi". Con queste parole, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha chiuso il secondo giro di consultazioni al Colle per la formazione del nuovo governo. Dopo aver incontrato giovedì tutti i partiti, (Pd, centrodestra e M5S) il capo dello Stato si è consultato con le alte cariche: prima con il presidente emerito della Repubblica Giorgio Napolitano, poi con i presidenti di Camera e Senato, Roberto Fico e Maria Elisabetta Alberti Casellati

Nessuna novità rilevante, quindi. E la decisione di Mattarella: "Attenderò alcuni giorni, trascorsi i quali valuterò il modo di procedere per uscire dallo stallo. Ho fatto presente alle forze politiche la necessità di avere un governo nella pienezza delle funzioni. Le attese dei concittadini - ha proseguito Mattarella - i contrasti del commercio internazionale, le scadenze importanti e imminenti in Europa, l'acuirsi delle tensioni internazionali in aree non lontane da Italia richiedono che si sviluppi e si concluda positivamente il confronto tra i partiti".

CASELLATI - La terza alta carica dello Stato a essere ricevuta nello studio alla Vetrata del Quirinale è stata la presidente del Senato Elisabetta Alberti Casellati. Che al termine dell'incontro è andata via senza rilasciare dichiarazioni.

FICO- È durato meno il colloquio tra Roberto Fico e Mattarella, rispetto a quello con Napolitano. Il presidente della Camera ha lasciato il Quirinale senza commentare: "Buongiorno a tutti - ha detto soltanto - vi auguro buon lavoro".

NAPOLITANO - "Come rappresentante istituzionale parlo per me, ma sono convinto di esprimere un sentimento comune, siamo tutti accanto a Mattarella nella ricerca di soluzioni, un compito estremamente complesso e che presenta allo stesso tempo una innegabile urgenza. Siamo pienamente solidali con lui", ha detto il presidente emerito Giorgio Napolitano, uscendo dal colloquio con Mattarella duranto circa 50 minuti. È stata finora la consultazione più lunga. 

Loading the player...

Giovedì sono riprese le consultazioni al Colle. Mattarella ha ricevuto i principali partiti: Pd, centrodestra e M5S. Colloqui intensi sulla formazione del nuovo governo, scontri e show inaspettati. Come quello di Silvio Berlusconi che da buon matador si è ripreso la scena. Dopo aver definito 'leader del centrodestra' Matteo Salvini, che ha letto "un comunicato congiunto che abbiamo scritto con fatica", il grande colpo di teatro: la stoccata del Cav contro il Movimento Cinque Stelle pronunciata acciuffando i microfoni e da solo sulla scena affonda: "Mi raccomando fate i bravi. Sappiate distinguere fra i veri democratici e chi non conosce nemmeno l'abc della democrazia". Parole da cui poi la Lega ha preso le distanze.

Il terzo giro di consultazioni è ormai escluso. Mattarella potrebbe dare qualche giorno in più con una breve pausa per riflettere, e qualora non ci fosse un segnale da parte delle due forze politiche chiamate in causa, Lega e M5S, la strada sarebbe già tracciata: un incarico esplorativo affidato, molto probabilmente a Elisabetta Alberti Casellati, presidente del Senato.

Loading the player...
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Continua la visita di Silvio Berlusconi in Molise

Berlusconi: "Gente pensa M5s sia pericoloso come Hitler per ebrei"

Il nuovo affondo del leader Forza Italia contro i pentastellati. La figlia Marina contro Di Battista: "Mio padre è un esempio"

Il Presidente Mattarella riceve Roberto Fico nell'ambito delle Consultazioni

Consultazioni, nuovi incontri per Fico: giovedì prima Pd, poi M5s

Il presidente della Camera vedrà le delegazioni nel Salottino del Presidente

Quirinale - Consultazioni

Napolitano, sui social si augura sua morte. Lo difendono Pd e pure Storace

Dopo il malore e l'intervento al cuore dell'ex capo dello Stato, gli haters scatenati: da chi scrive "godo" a chi spera nella "liberazione"

Intervento Napolitano: Francesco Musumeci incontra i giornalisti

Napolitano, riuscito l'intervento al cuore. "Ha aperto gli occhi"

Il senatore a vita ricoverato martedì sera al San Camillo. Prognosi riservata data l'età. Respira da solo, decorso "soddisfacente". Si scatena l'odio in rete