Martedì 11 Aprile 2017 - 09:30

Corruzione e peculato, arrestati vertici aeroporto di Lamezia

Nel mirino i vertici di Sacal Spa, società pubblica al 54,72%

Corruzione e peculato, arrestati vertici aeroporto di Lamezia

Arrestati i vertici della società che gestisce l'aeroporto di Lamezia Terme, in provincia di Catanzaro. Il presidente, il direttore generale e la responsabile dell'Ufficio legale sono stati messi agli arresti domiciliari nell'ambito di un'operazione dei finanzieri del gruppo della guardia di finanza di Lamezia Terme e degli agenti della polizia di frontiera presso l'aeroporto internazionale, coordinati dalla Procura di Lamezia. I reati per i quali si procede, a vario titolo, vanno dalla corruzione e dal peculato al falso, all'abuso d'ufficio e a varie forme di concussione.  Nel mirino i vertici di Sacal Spa, società pubblica al 54,72%, in mano alla Lamezia Sviluppo di Antonino Tripodi, all'amministrazione comunale di Lamezia Terme (20,71%), all'amministrazione provinciale (11,52%) e comunale (6,01%)di Catanzaro e ad Adr, Aeroporti di Roma, per citare i soci principali.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

G7, rientrata situazione a Giardini Naxos dopo scontri

G7, rientrata situazione a Giardini Naxos dopo scontri

Situazione tranquilla dopo il lancio di lacrimogeni

Otite curata con l'omeopatia: è morto il bimbo di 7 anni ricoverato ad Ancona

Otite curata con l'omeopatia: è morto il bimbo di 7 anni ricoverato ad Ancona

Era arrivato in ospedale a Urbino martedì in stato di semi incoscienza, per poi essere trasferito nel capoluogo marchigiano

Torino, auto finisce fuori strada durante un rally  e uccide bambino di 6 anni

Torino, auto finisce fuori strada e uccide bimbo di sei anni

La macchina ha travolto un’intera famiglia: feriti entrambi i genitori, illeso il fratellino di tre anni