Giovedì 20 Aprile 2017 - 19:15

Russia mette al bando i Testimoni di Geova: Sono degli estremisti

La Corte suprema ha deciso di vietare tutte le attività dell'organizzazione sul territorio russo. Confiscati anche i beni

Corte suprema russa mette al bando Testimoni di Geova: Sono estremisti

La Corte suprema della Russia ha deciso di mettere al bando i Testimoni di Geova. L'organo giudiziario ha definito l'organizzazione "estremista", vietandone tutte le attività sul territorio russo e confiscandone tutti i beni. Lo riferisce l'agenzia di stampa russa Tass. I Testimoni di Geova hanno annunciato che presenteranno ricorso.

Un tribunale di Mosca il 12 ottobre 2016 aveva già avvertito i Testimoni di Geova che la loro organizzazione stava portando avanti delle attività considerate estremiste. E nel gennaio 2017 anche anche la corte cittadina di grado superiore ha supportato questo tipo di ammonimento.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

FILE PHOTO: Newly inaugurated U.S. President Donald Trump salutes as he presides over a military parade during Trump's swearing ceremony in Washington

Usa, Trump vieta l'esercito ai trans: Militari devono vincere

Il presidente americano scatena le polemiche per la sua decisione: "L'esercito non può sostenere il tremendo costo medico e il disagio che i trangender nell'esercito comportebbero"

Nord Corea: Pronti ad attacco nucleare al cuore degli Usa

Nord Corea: Pronti ad attacco nucleare al cuore degli Usa

La minaccia arriva in risposta ai commenti del direttore della Cia, Mike Pompeo, secondo il quale l'amministrazione Trump dovrebbe trovare un modo per separare Kim dal suo arsenale

Sarraj incontra Gentiloni e chiede navi italiane in acque libiche

Stretta di mano tra il primo ministro italiano e il capo del governo di unità nazionale libica

Migranti, Corte Ue: Anche in emergenza spetta a Paese d'arrivo esame richieste d'asilo

Emergenza migranti, Corte Ue: Asilo spetta a Paese d'arrivo

Nessuna deroga al regolamento di Dublino. Avvocatura europea: "Respingere ricorsi di Slovacchia e Ungheria su relocation"