Giovedì 31 Maggio 2018 - 10:45

Disoccupazione stabile ad aprile, sale al 33,1% quella giovanile

Occupati in crescita, superato il livello pre-crisi del 2008

Torna a crescere ad aprile la disoccupazione giovanile. Stando a quanto rilevato dall'Istat, il tasso per i giovani under 25 sale al 33,1%, in aumento di 0,6 punti percentuali, e l'incidenza dei disoccupati sulla popolazione è pari all'8,9%, in crescita di 0,3 punti. La disoccupazione è in calo fino ai 34 anni mentre aumenta dai 35 anni in poi, con la contrazione più forte che si ha tra i giovani di 15-24 anni (-2,5 punti). Nei dodici mesi l'inattività risulta in calo a tutte le età. La crescita dell'occupazione nell'ultimo mese coinvolge tutte le classi di età ad eccezione dei 25-34enni. Il calo della disoccupazione riguarda tutte le classi di età ad eccezione dei 35-49enni.

Il tasso di disoccupazione generale si attesta all'11,2%, stabile rispetto a marzo. La stima delle persone in cerca di occupazione, precisa l'Istat, registra un aumento dello 0,6% (+17 mila). La crescita della disoccupazione si concentra tra gli uomini, distribuendosi in tutte le classi di età ad eccezione dei 35-49enni.

Nei dodici mesi aumenta il numero di disoccupati (+0,8%, +24 mila) mentre cala fortemente quello degli inattivi tra i 15 e i 64 anni (-2,4%, -318 mila). L'istituto statistico precisa che dopo i livelli massimi della fine del 2014, la disoccupazione è tornata sui livelli della seconda metà del 2012, in un contesto di prosecuzione del calo dell'inattività, che tocca negli ultimi mesi il minimo storico. Ad aprile il tasso di inattività è in calo per entrambi sia su mese (rispettivamente -0,1 punti quello maschile e -0,2 punti quello femminile) sia su anno (-0,5 e -0,9 punti rispettivamente per uomini e donne).

OCCUPATI SUPERANO LIVELLO PRE-CRISI - Gli occupati in Italia crescono dello 0,3%, ovvero di 64 mila, con il tasso di occupazione che si attesta al 58,4%, in crescita di 0,1 punti percentuali rispetto al mese precedente. Ad aprile la crescita degli occupati è dello 0,9% o di 215 mila persone, su base annua. Il numero di occupati nel mese scorso in Italia - continua l'Istituto - è aumentato a 23,200 milioni, un cifra che rappresenta i massimi storici, precisando che un numero così alto non si registrava dall'inizio delle serie storiche, nel 1977. Dall'istituto statistico spiegano che nel mese si è superato il livello di occupati pre-crisi di aprile 2008. In questi 10 anni è aumentata la partecipazione femminile e si è alzata l'età media. Il numero dei posti a termine è a 2.913 in aprile, una quota del 13% del totale, nel 2008 erano il 10%.

 

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

A Milano stipendi doppi rispetto a Vibo: il gap Nord-Sud è di 8mila euro

Dal 2009 le retribuzioni orarie sono aumentate ovunque, ma al Nord il ritmo è stato nettamente superiore

Amazon sales figures

Troppi lavoratori interinali. Amazon dovrà assumerne 1.300

Interviene l'Ispettorato nazionale del Lavoro. Superato di tre volte il limite di 444 contratti di "lavoro somministrato"

La protesta degli operai dell'ILVA di Taranto davanti ai cancelli della fabbrica

Lavoro, nel 2018 cala disoccupazione. Occupati in aumento dello 0,8%

Continua il miglioramento della situazione iniziato nel 2017. Ma i livelli europei sono ancora lontani