Domenica 14 Gennaio 2018 - 09:45

Crotone, lite tra vicini: spara e uccide 18enne davanti alla madre

L'ennesimo diverbio è finito in tragedia. Il 57enne ha esploso i colpi ferendo il giovane al torace: per lui non c'è stato nulla da fare

Controlli antispaccio della Polizia alle Colonne di San Lorenzo a Milano

Una lite tra vicini è finita in tragedia a Crotone. Un ragazzo di 18 anni è stato ucciso davanti alla madre e alla fidanzata. A sparargli un uomo di 57 anni, vicino di casa, che ha esploso diversi colpi di pistola colpendo il giovane al torace. Per lui non c'è stato nulla da fare.

Le liti tra i vicini di casa andavano avanti da tempo. Sabato però la situazione è degenerata. Nel pomeriggio, il 57enne, Salvatore Gerace, già noto alle forze del'ordine per spaccio di droga, ha sparato colpendo Giuseppe Parretta, studente del liceo artistico, che è morto tra le urla della madre. L'omicidio è avvenuto nel centro storico di Crotone, nel palazzo che ospita l'abitazione della vittima ma anche la sede dell'associazione "Libere donne", contro la violenza sulle donne, di cui è responsabile la madre della vittima.

Gerace dopo aver sparato si è consegnato alla polizia arrivata sul posto.

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Fini e Tulliani a processo: secondo i pm riciclarono il tesoro del 're delle slot'

Da Francesco Corallo profitti illeciti ripuliti alla famiglia dell'ex presidente della Camera: si parla di oltre 7 milioni di euro

Maxi blitz contro il clan dei Casamonica: 37 arresti tra Roma e la Calabria

Operazione nella capitale e nelle province di Reggio Calabria e Cosenza. Sono 31 i provvedimenti eseguiti, sei i ricercati

Roma, maltempo - allagamenti e alberi caduti sulla capitale

Maltempo in Italia, è allerta meteo: migliaia di euro di danni alle coltivazioni

Colpite soprattutto Toscana, Emilia Romagna, Lombardia e Lazio

Roma, Lotus Evora S auto dei Carabinieri in pattugliamento

Ragusa, espulso 29enne tunisino: inneggiava all'Isis

Su Facebook manifestava la sua adesione ideologica al terrorismo di matrice religiosa islamica