Domenica 13 Maggio 2018 - 23:45

Dalla sconfitta con la Samp, all'Inter ribaltata. I 5 scatti dello scudetto

Un trionfo che parte da una sconfitta. Poi, la vittoria di Napoli e quella con la Roma. I tre punti con la Lazio fino alla magia di San Siro

Lazio - Juventus

La scalata per raggiungere una nuova vetta inesplorata - mai nessuno aveva vinto sette scudetti consecutivi - è un'avventura difficile, ricca di insidie esterne ed esterne. Ma tra guizzi dell'ex (Higuain), personalità da vendere (Buffon e Chiellini) e anche le consuete polemiche arbitrali, il capocordata Massimiliano Allegri ha portato ancora un volta la Juventus in cima alla Serie A.

La spedizione azzurra di Maurizio Sarri ci ha provato a lungo e per lunghi tratti il Napoli ha anche guidato la classifica, ma a tagliare il traguardo per primo è stato il gruppo bianconero. Affamata, continua e dotata di una rosa lunga e di grande qualità la Vecchia Signora ha superato tutti gli ostacoli di un calendario fittissimo, regalando partite che rimarranno nel cuore dei tifosi. Nella maratona scudetto è difficile estrapolare i top moment, ma ci sono certamente cinque crocevia che hanno contribuito a cucire sul petto l'ennesimo titolo, il 34° della sua storia.

Il primo scatto paradossalmente non è una vittoria, ma il rovescio a Genova contro la Samp, datato 19 novembre 2017. Dopo tre mesi di sostanziale testa a testa con il Napoli, la banda Allegri frana a Marassi 3-2 sotto i colpi del calcio intelligente di Giampaolo. Le reti nel finale di Higuain e Dybala non bastano infatti a recuperare i sigilli di Zapata, Torreira e Ferrari e i torinesi finiscono così a -4 dal Napoli. Il ko però, esattamente come la sconfitta a Sassuolo dell'ottobre 2015, anziché affossare riaccende l'orgoglio della squadra, fungendo da propellente contro chi dava per finiti i campioni d'Italia.

Si spiega anche così la prestazione quadrata al San Paolo del 1 dicembre, dove la Juve non concede nulla ai partenopei in gran forma e torna a -1 in classifica grazie al puntale gol del grande ex Higuain. In questa gara emerge anche la crescita tattica dell'anarchico Douglas Costa, vera macchina da assist nel girone di ritorno.

Il terzo flash è poco prima di Natale, esattamente il 23 dicembre. All'Allianz Stadium arriva la Roma e la gara è tutt'altro che una passeggiata con i giallorossi velenosi in avanti e ben messi dietro. A decidere la gara è il gol di un altro ex, Mehdi Benatia, che trafigge con freddezza Alisson sugli sviluppi di un corner. Nel finale di gara a congelare i 3 punti a sorpresa è Szczesny, numero 12 solo sula carta viste le qualità tra i pali, che respinge in solitaria Schick lanciato in campo aperto. Nel 2018 mister Allegri strappa vittorie faticose a Cagliari, Firenze e nella bagarre meglio conosciuta come derby della Mole.

Ma nel percorso verso il titolo non si può dimenticare il ruolo svolto dal sinistro d'oro di Paulo Dybala (nella foto), che il 3 marzo mette di fatto la sua firma indelebile sulla stagione. All'Olimpico la Lazio ospita nella gara delle 18 i bianconeri, al momento lontani 4 punti da Sarri: la gara è brutta con zero occasioni ma all'ultimo istante la Joya salta Luiz Felipe e infila Strakosha. Un gol che di fatto vale 6 punti, perché in serata il Napoli paga psicologicamente e cade in casa con la Roma di super Dzeko. I bianconeri volano a -1 e ipotecano di fatto il sorpasso avendo da recuperare la gara con l'Atalanta rinviata per neve e poi vinta in seguito. I campani però non mollano, arrivano anche a vincere a Torino grazie a Koulibaly, ma alla quart'ultima giornata crollano a Firenze. Il motivo anche qui va però cercato in un'altra gara nodale della Vecchia Signora, che il giorno precedente va a stanare l'Inter a San Siro. Nei 90 minuti succede di tutto - tra rossi affrettati e mancati - ma alla fine il Pipita trafigge Handanovic all'ultimo respiro.

Per lui ora è il secondo scudetto, ma il popolo bianconero come da tradizione è già proiettato ad un' altra cavalcata verso nuovi record in campionato, Napoli e Roma permettendo. Ma per adesso il campo parla chiaro: la Serie A per la 7/a volta di fila è torinese.

Scritto da 
  • Alessandro Banfo
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Il debutto di Cristiano Ronaldo in Serie A

Juve, non solo Cristiano Ronaldo: Dybala contro la Lazio in cerca di identità

Le prove d'intesa tra i due attaccanti proseguono ma sembra evidente che ci sia ancora bisogno di tempo

Juventus vs Hellas Verona

Juve al lavoro verso la Lazio. E Pjanic rinnova il contratto

Sabato all'Allianz Stadium arriva la squadra di Inzaghi. Ronaldo pronto a debuttare sotto gli occhi dei propri tifosi

La palestra dopo la vittoria: Ronaldo torna subito ad allenarsi

Domenica di fatica per Cr7 dopo il match contro il Chievo

Il debutto di Cristiano Ronaldo in Serie A

Ronaldo: "Felice per la prima vittoria con la Juve"

Il campione portoghese esulta sui social dopo il match contro il Chievo