Mercoledì 23 Dicembre 2015 - 15:50

Delitto Caccia, Schirripa: Sono innocente, sono stato frainteso

IMG

Milano, 23 dic. (LaPresse) - "Sono innocente, non c'entro nulla con l'omicidio: le mie frasi intercettate sono state fraintese". Queste le uniche dichiarazioni che Rocco Schirripa, il panettiere 62enne arrestato ieri mattina a Torino, con l'accusa di aver ucciso il procuratore del capoluogo piemontese Bruno Caccia il 26 giugno 1983. Schirripa si è poi avvalso della facoltà di non rispondere e si è detto disponibile a farsi interrogare nei prossimi giorni dal pm della Dda di Milano Marcello Tatangelo, titolare dell'inchiesta sull'assassinio del magistrato insieme al procuratore aggiunto Ilda Boccassini.

 

 

Il panettiere 62ennne, assistito dall'avvocato Basilio Foti, questa mattina è comparso davanti al gip di Milano Stefania Pepe nel carcere milanese di San Vittore, dove è detenuto. All'interrogatorio erano presenti anche i pm Tatangelo e Boccassini.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Caldo e siccità. Turisti alla fontana della Barcaccia a piazza di Spagna

Meteo: sereno o poco nuvoloso. Le previsioni per il 20 e 21 luglio

Domani un aumento della nuvolosità sul Nord e la Sardegna. Fa sempre più caldo

Inaugurata una sala cinematografica provvisoria ad Amatrice

Amatrice come L'Aquila: imprenditore ride del terremoto

Anche nel 2009 un impresario edile rideva pensando ai guadagni del dopo sisma

Da Tribunale di sorveglianza no alla scarcerazione di Totò Riina

Dal Tribunale di sorveglianza no alla scarcerazione di Totò Riina

Riina, 86 anni compiuti, dovrà restare detenuto al 41bis. Oggi maxi sequestro di beni alla famiglia

Eccezionale ondata di caldo a Parigi

Cielo sereno e temperature in aumento: il meteo di mercoledì 19 luglio

Le previsioni dell'aeronautica militare per oggi e per domani