Venerdì 22 Settembre 2017 - 13:45

Delitto Rosboch, 30 anni all'allievo Gabriele Defilippi

Lo studente di 22 anni aveva chiesto l'infermità mentale

Castellamonte, funerale Gloria Rosboch

Il gup di Ivrea ha condannato a 30 anni Gabriele Defilippi, il 22enne processato a Ivrea per l'omicidio della sua ex professoressa Gloria Roseboch. Rinviata a giudizio la mamma Caterina Abbattista. Il presunto complice di Defilippi, Roberto Obert, 54 anni, è stato condannato a 19 anni con il rito abbreviato. Il giudice ha anche disposto un risarcimento di 500 mila euro a titolo di provvisionale per i familiari della professoressa.

Il gup di Ivrea Alesandro Scialabba ha accolto la richiesta di patteggiamento a un anno e 11 mesi Efisia Rossignoli, amante di Gabriele Defilippi. Per la madre del 22enne, Caterina Abbattista, che ha scelto il rito ordinario, il processo si aprirà il prossimo 17 ottobre. Il pm Giuseppe Ferrando aveva chiesto l'ergastolo per Defilippi e 20 anni per Obert. Secondo al ricostruzione dell'accusa, Gloria Roseboch voleva denunciare Defilippi che l'aveva truffata, convincendola a affidargli 187 mila euro. La donna è scomparasa da Castellamonte il 13 gennaio 2016 e è sttaa ritrovata il 19 febbraio di quest'anno in una cisterna all'interno di una discarica a Rivara, a pochi chilometri di distanza. 

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Prima nevicata a Milano

Neve e ghiaccio su strade e ferrovie. Blocchi in Piemonte e Liguria. Rischi alluvione in Toscana

Situazione complicata per i trasporti nel Nord Ovest. Chiuse autostrade e linee ferroviarie. La spiegazione della parola "gelicidio"

The logo of Thyssen Krupp AG is pictured at the gate one of the ThyssenKrupp steel plant in Duisburg

Thyssen, sette vittime, dieci anni, cinque processi e sei condanne

I numeri di una vicenda atroce. In primo grado l'omicidio con dolo eventuale. Poi diventato colposo con riduzione delle pene: quattro dirigenti italiani in carcere, ma i due tedeschi...

Dopo Vercelli, chieste le telecamere negli asili. Cosa ne pensate?

Alcune famiglie dei bimbi che hanno subito le violenze delle maestre, vogliono che la scuola sia in grado di controllare quello che accade nelle classi. Un sondaggio di LaPresse

Violentata ripetutamente da amico di famiglia: incinta a 11 anni

Arrestato a Barriera di Milano, in provincia di Torino, un uomo di 35 anni che la bambina chiamava zio