Lunedì 20 Marzo 2017 - 09:00

Di Battista: Grillo garante contro infiltrazioni e mele marce

"Faremo di tutto per evitare che qualcuno possa strumentalizzare il nostro movimento"

Di Battista: Grillo garante contro infiltrazioni e mele marce

"Abbiamo un garante e di lui io mi fido. Beppe conosce il territorio e se ha preso quella decisione è perché vuole evitare che qualcuno approfitti della nostra forza per salire sul carro del vincitore". Così Alessandro Di Battista in un'intervista a Repubblica sulla decisione di cambiare il candidato M5s per le elezioni comunali di Genova. Stabilire se ci sono mele marce nel Movimento: "Il garante serve proprio a questo", spiega Di Battista. "Noi rispondiamo ai cittadini che ci hanno votato e faremo di tutto per evitare che qualcuno possa strumentalizzare il nostro movimento - spiega ancora il deputato 5 Stelle - Vogliamo evitare che il giorno dopo le elezioni si assista all'uscita di eletti nel nostro Movimento verso i gruppi misti in Parlamento. Il Misto è il terzo gruppo, è uno scandalo. Bisognerebbe introdurre il vincolo di mandato". Per consegnare ai partiti il potere di far dimettere i parlamentari che dissentono? "Per consegnare ai cittadini il diritto di essere rappresentati da persone che portano avanti il programma per cui sono stati eletti".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Bucarest, Paolo Gentiloni  incontra il Primo Ministro di Romania Viorica Dancila

Governo, 'pressing' Gentiloni: "Serve soluzione politica in tempi rapidi"

Il 'vecchio' premier sceglie Bucarest per lanciare un chiaro avviso ai partiti

Consultazioni della Presidente incaricata Maria Elisabetta Alberti Casellati

Niente accordo di governo. M5S: "Disponibili al contratto solo con la Lega"

Di Maio: "Da Fi e Fdi possiamo accettare solo un appoggio esterno. Per noi, limiti invalicabili"

Consultazioni della Presidente incaricata Maria Elisabetta Alberti Casellati

Consultazioni da Casellati: tutto fermo. Ultimatum di Di Maio a Salvini. Ma lui non lascia Berlusconi

M5S: "Centrodestra finzione". Il Cav: "Da parte nostra non c'è stato mai nessun veto". Il leader del Carroccio: "Usate Silvio per non andare al governo"

E' MORTO GIOVANNI LEONE

Governo, i tempi dell'esplorativo: dai 5 giorni di Fanfani ai 22 di Leone

Il primo mandato esplorativo della storia repubblicana fu affidato al presidente del Senato, Cesare Merzagora, il 6 maggio 1957