Martedì 13 Settembre 2016 - 16:30

Di Maio dà del Pinochet a Renzi ma confonde Cile con Venezuela

L'errore in una prima versione del post pubblicato su facebook

Di Maio dà del Pinochet a Renzi ma confonde Cile con Venezuela

Nuovo scivolone per Luigi Di Maio, membro del direttorio M5S. Il vicepresidente della Camera, su Facebook, accusa Matteo Renzi di personalizzare il referendum costituzionale "come ai tempi di Pinochet", ma - in una prima versione del post pubblicato sul social network, ancora consultabile on line (andando in 'Visualizza cronologia modifiche' - confonde il Venezuela con il Cile, Stato in cui ha operato il dittatore. "Il referendum di ottobre, novembre o dicembre (ci facciano sapere la data, quando gli farà comodo) lui stesso lo sta facendo diventare un voto su questo personaggio che ha occupato con arroganza la cosa pubblica, come ai tempi di Pinochet in Venezuela - scrive Di Maio nella prima versione dell'attacco al premier - E sappiamo come è finita". Questo nuovo passo falso fa seguito alla vicenda della mail nella quale al vicepresidente della camera veniva comunicata l'indagine a carico dell'assessore all'Ambiente del Campidoglio Paola Muraro, mail che Di Maio disse di "non aver capito bene". Tanti gli insulti e le presi in giro sui social network, con alcuni detrattori che gli ricordano anche il congiuntivo sbagliato parlando dal palco di Nettuno al fianco di Beppe Grillo.

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

M5S, Casaleggio sicuro: Il nostro sostegno a Raggi continua

M5S, Casaleggio sicuro: Il nostro sostegno a Raggi continua

Il presidente della Casaleggio Associati ha incontrato i parlamentari per discutere di Roma e del programma di governo

Allarme caldo e siccità, il governo dichiara lo stato di emergenza a Parma e Piacenza

Siccità, dichiarato lo stato di emergenza a Parma e Piacenza

A Roma la sindaca Raggi firma un'ordinanza per regolamentare l'uso dell'acqua potabile, proveniente dalla rete idrica comunale

Procuratore Roberti: Cosa Nostra è in crisi ma non abbassare guardia

Procuratore Roberti: Cosa Nostra in crisi ma non abbassare guardia

"Ci sono i nuovi capi delle mafie, non ci culliamo sugli allori"

Richetti: Mdp non lascia D'Alema? E noi non lasciamo il Pd

Richetti: Mdp non lascia D'Alema? E noi non lasciamo il Pd

Così replica a Speranza in merito a una possibile alleanza