Martedì 13 Settembre 2016 - 16:30

Di Maio dà del Pinochet a Renzi ma confonde Cile con Venezuela

L'errore in una prima versione del post pubblicato su facebook

Di Maio dà del Pinochet a Renzi ma confonde Cile con Venezuela

Nuovo scivolone per Luigi Di Maio, membro del direttorio M5S. Il vicepresidente della Camera, su Facebook, accusa Matteo Renzi di personalizzare il referendum costituzionale "come ai tempi di Pinochet", ma - in una prima versione del post pubblicato sul social network, ancora consultabile on line (andando in 'Visualizza cronologia modifiche' - confonde il Venezuela con il Cile, Stato in cui ha operato il dittatore. "Il referendum di ottobre, novembre o dicembre (ci facciano sapere la data, quando gli farà comodo) lui stesso lo sta facendo diventare un voto su questo personaggio che ha occupato con arroganza la cosa pubblica, come ai tempi di Pinochet in Venezuela - scrive Di Maio nella prima versione dell'attacco al premier - E sappiamo come è finita". Questo nuovo passo falso fa seguito alla vicenda della mail nella quale al vicepresidente della camera veniva comunicata l'indagine a carico dell'assessore all'Ambiente del Campidoglio Paola Muraro, mail che Di Maio disse di "non aver capito bene". Tanti gli insulti e le presi in giro sui social network, con alcuni detrattori che gli ricordano anche il congiuntivo sbagliato parlando dal palco di Nettuno al fianco di Beppe Grillo.

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

FRANCE-POLITICS-FISHING-GOVERNMENT

Migranti, Macron: "Populismo lebbra d'Europa". Di Maio: "Ipocrita". Bozza Ue accantonata

Si accende lo scontro tra Italia e Francia. Il premier Conte riferisce la telefonata ricevuta dalla cancelliera tedesca Merkel

Matteo Salvini ospite a Porta a porta

Migranti, scontro Infrastrutture-Interno su Lifeline. "Salvataggio poi sequestro". "Attracca solo vuota"

Salvini aveva annunciato: "Non metteranno piede in Italia", ma Toninelli aveva aperto uno spiraglio

Matteo Salvini riceve il Ministro dell'interno e il vice Cancelliere austriaco al Viminale

I molti Salvini sui migranti e la Ue: duro, durissimo, aperto, ottimista

Ieri sera sembrava che Conte non sarebbe andato al vertice Ue. Questa mattina si apprende che ci andrà e che il vicepremier è ottimista

Roberto Saviano a Lettere e Filosofia di Roma Tre

Salvini avverte Saviano: "Sulla sua scorta si valuterà". Lui replica: "Non mi fai paura, buffone"

Il ministro dell'interno dopo le critiche dello scrittore sulla gestione dei migranti: "Le autorità competenti analizzeranno come si spendono i soldi degli italiani. Gli mando un bacione"