Sabato 15 Aprile 2017 - 10:30

Diego Costa ringrazia Mourinho: Confesso che mi ha aiutato molto

L'attaccante ritroverà l'ex tecnico come avversario sulla panchina del Manchester United

Diego Costa ringrazia Mourinho: Confesso che mi ha aiutato molto

Domani lo ritroverà come avversario sulla panchina del Manchester United, ma l'attaccante del Chelsea Diego Costa non dimentica il lavoro fatto da Josè Mourinho. "Devo confessare che sono grato a lui perché mi ha aiutato molto - ha ammesso il brasiliano naturalizzato spagnolo in un'intervista con Thierry Henry a Sky Sports - Da giocatore se vuoi migliorare devi sempre cercare il miglior allenatore e Mourinho è uno di questi. Volevo venire al Chelsea per lui. Quando ho preso in considerazione la proposta del Chelsea ho pensato al fatto che c'era Mourinho". Sull'addio del portoghese l'ex giocatore dell'Atletico Madrid ha sottolineato che "la stagione seguente non è andata bene, sono cose che capitano, ma la verità è che Mourinho mi ha aiutato molto a migliorare come giocatore", ha concluso Diego Costa.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

James Rodriguez si fa biondo. Ronaldo lo stronca: Che brutti capelli

James Rodriguez si fa biondo. Ronaldo lo stronca: Brutti capelli

Commento poco garbato del pallone d'oro nei confronti del compagno di squadra

Presidente Nizza rivela: Balotelli vuole restare, disposto a fare sforzi

Presidente Nizza rivela: Balotelli vuole restare, disposto a fare sforzi

Jean-Pierre Rivere fa il punto della situazione sul possibile ritorno dell'attaccante italiano, attualmente senza squadra

Real Madrid: accordo verbale con Donnarumma e Mbappè

Real, raggiunto accordo verbale con Donnarumma e Mbappè

Il club spagnolo sarebbe disposto a versare tra i 30 e 35 milioni di euro nelle casse del Milan

Chelsea, Bonucci rimane la priorità, spunta idea Lewandowski

Chelsea, Bonucci rimane la priorità, spunta idea Lewandowski

Il club, chiamato a sostituire Diego Costa, sta sondando il terreno anche per Morata e Lukaku