Venerdì, Aprile 27, 2018 - 09:45

Diritti tv, Mediapro attacca Sky e rilancia su canale Lega

Mediapro prende tempo. E attacca nuovamente Sky nella battaglia per i diritti televisivi del pallone 'made in Italy' il cui epilogo appare ancora lontano. Il colosso spagnolo, che si è aggiudicato in qualità di intermediario l'assegnazione dei diritti audiovisivi del campionato di Serie A per il triennio 2018/21, nel giorno in cui - come previsto dal bando - era attesa la fideiussione da 1 miliardo e 200 milioni di euro, ha precisato alla Lega delle massima serie "di avere le garanzie richieste attraverso la consistenza patrimoniale della sua società madre, integrata dal pagamento anticipato dei diritti", ovvero i 50 milioni versati il 26 marzo scorso. Con questa certificazione, attualmente al vaglio dagli organi e dai legali della Lega di A, fanno sapere da Via Rosellini, Mediapro "dimostra il suo impegno a rispettare le condizioni stabilite nell'assegnazione dei diritti della Serie A per le prossime tre stagioni", si legge nel comunicato diffuso in tarda serata.

Se da un lato il gruppo spagnolo sembra voler rassicurare i venti club di Serie A, dall'altro però affonda il colpo nei confronti dell'emittente di Murdoch, che ha presentato ricorso portando il caso davanti al tribunale di Milano, che si esprimerà il prossimo 4 maggio, congelando di fatto il bando attuale. "La situazione giuridica creata pretestuosamente da Sky per difendere la sua posizione privilegiata nel mercato italiano, impedisce che la Lega possa garantire a Mediapro 'la piena ed incontrastata disponibilità dei Diritti Audiovisivi oggetto del Pacchetto'", fa sapere ancora il gruppo iberico, che attende il verdetto del tribunale e chiarisce che "fornirà le garanzie necessarie a la Lega quando potrà disporre di tali diritti". Il colosso guidato da Jaume Roures indica infine una possibile via alternativa, quella su cui da tempo spinge il gruppo iberico: la creazione di un vero e proprio canale della Lega. "Nel caso in cui La Lega Serie A decidesse di creare, insieme a Mediapro, un canale proprio per la distribuzione dei diritti della massima competizione italiana - fa sapere l'azienda spagnola - Mediapro presenterebbe le garanzie in maniera immediata, perchè i diritti non sarebbero più soggetti ad alcuna risoluzione giudiziaria".

Pubblicato da 
Venerdì, Giugno 1, 2018 - 21:30

Diritti Tv, Mediapro pronta a far causa ma Lega A va avanti su trattative

 La Lega Serie A e Mediapro rischiano di finire in tribunale, dopo che il gruppo spagnolo ha 'minacciato' azioni legali se entro tre giorni non verrà ritirata la rescissione del contratto relativo all'assegnazione dei diritti tv del campionato di Serie A per il triennio 2018/2021. Nel corso dell'ultima assemblea di Lega, infatti, i presidenti di Serie A hanno votato all'unanimità la rottura del contratto con Mediapro, vista la mancata presentazione della fideiussione di 1.2 miliardi con cui gli spagnoli si erano aggiudicati il bando da intermediario.

Pubblicato da 
Mercoledì, Maggio 23, 2018 - 09:15

Calcio, Lega Serie A ancora spaccata su diritti tv. Brunelli ad pro tempore

La Lega Serie A è sempre più spaccata sulla vicenda dei diritti tv del campionato di Serie A per il triennio 2018/2021, mentre ha fatto piccoli passi avanti verso il completamento della governance con la nomina di Marco Brunelli come ad pro tempore e Maurizio Casasco come consigliere indipendente.

Pubblicato da 
Martedì, Maggio 22, 2018 - 09:30

Lega A, giorno giudizio su diritti tv e governance. Lega B: No a seconde squadre

Martedì sarà il giorno della verità in Lega Serie A sia per quanto riguarda la governance, che soprattutto per gli scenari legati ai diritti tv del campionato. O almeno è quello che tutti sperano, a partire dai presidenti dei club per arrivare ai tifosi che ad oggi non sanno ancora se e dove potranno guardare le partite in tv del prossimo campionato.

Pubblicato da 
Sabato, Maggio 5, 2018 - 09:30

Diritti Tv, entro mercoledì decisione su caso Sky-MediaPro. Ansia Malagò

Arriverà a breve, tra lunedì e mercoledì prossimo, la decisione del Tribunale di Milano sulla conferma (con o senza modifiche) o sulla revoca del provvedimento di sospensione d'urgenza, ottenuto da Sky il 16 aprile, del bando con il quale Mediapro ha messo in vendita i diritti tv della Serie A per il triennio 2018-2021. É questo lo scenario che è emerso dopo due ore di udienza, durante le quali le parti hanno discusso "animatamente", davanti al presidente della sezione per le imprese Claudio Marangoni.

Pubblicato da 
Martedì, Aprile 17, 2018 - 09:45

Calcio, caos Diritti tv: Tribunale sospende bando MediaPro fino a 4/5

Nuovo colpo di scena nella vicenda dei diritti tv del prossimo campionato di Serie A per il triennio 2018/2021: il Tribunale di Milano ha sospeso d'urgenza fino al prossimo 4 maggi il bando di MediaPro, l'intermediario spagnolo incaricato dalla Lega di rivendere i diritti ai vari operatori italiani. Le offerte avrebbero dovuto essere presentate entro il 21 aprile.

Pubblicato da