Martedì 14 Novembre 2017 - 15:00

Donna aggredita e uccisa in pieno centro di Roma

Il cadavere trovato in un sottopasso a pochi metri da Porta Pia. Forse è stata violentata. Terzo omicidio in pochi giorni nella capitale

Roma, ritrovamento di un cadavere in un sottopasso del Muro Torto

Ancora un omicidio a Roma. Nella mattinata, in un sottopasso sotto piazza della Croce Rossa a poche decine di metri da Porta Pia, è stato trovato il corpo di una donna di circa quarant'anni. Il cadavere presenta profonde ferite alla testa di circa quarant'anni .Gli agenti del commissariato Porta Pia (il punto del ritrovamento e vicinissimo al luogo storico risorgimentale), con squadra mobile e polizia scientifica coordinati dalla procura di Roma indagano sulla morte della donna, che è stata trovata senza documenti. Non è escluso che la vittima, prima di essere brutalmente aggredita e, forse, uccisa a botte, sia stata violentata.

Dopo diverse ore dal ritrovamente, la vittima è stata identificata: si tratta di una clochard di 49 anni e di origini brasiliane. Gli agenti del commissariato Porta Pia, con quelli della squadra mobile cercano in queste ore, nelle immagini delle telecamere di sorveglianza, indizi che aiutino a ricostruire gli ultimi istanti di vita della donna. La vittima, dalla carnagione scura e sui quarant'anni, presenta profonde ferite al capo. Il corpo nudo era riverso a terra, in una pozza di sangue, gli abiti ammucchiati nelle vicinanze insieme a una borsa nella quale non c'erano documenti. Probabilmente la donna è stata uccisa proprio sul posto del ritrovamento del cadavere, forse la notte scorsa.

Il sottopasso di Porta Pia di notte diventa luogo di rifugio di poveri e disperati, molti dei quali usano le piccole gallerie delle uscite di emergenza per dormire e ripararsi dal freddo. Probabilmente era proprio questo che voleva fare la donna prima di incontrare chi l'ha uccisa.

Si tratta del terzo caso di omicidio a Roma in pochi giorni. Nella notte tra sabato e domenica, un romano di 35 anni, Emanuele Veronesi, evaso dagli arresti domiciliari a Ostia, avrebbe ucciso una transessuale romena Laurentiu Ursaru (al Parco delle Tre Fontane all'Eur) e un giovane marocchino in un edificio occupato a Ponte Mammolo.

 

 

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Ostia, confiscati beni per oltre 18 milioni al clan Fasciani

Colpiti i presunti capi dell'organizzazione mafiosa, i fratelli Carmine e Terenzio

Stadio Roma, nuove ammissioni dal manager di Parnasi: "Lanzalone? Era il Campidoglio"

Interrogato dai pm Luca Caporilli, il dirigente stretto collaboratore del costruttore finito in manette

Virginia Raggi esce dal Campidoglio per andare in procura

Stadio della Roma, Raggi di nuovo in procura. Di Maio: "Lanzalone in Acea? Fu premiato il merito"

Già venerdì scorso la sindaca aveva chiarito una serie di dettagli della collaborazione instaurata con l'ex presidente della partecipata coinvolto nello scandalo

Stadio della Roma, interrogatori e prime ammissioni: cresce numero indagati

Lanzalone, l'avvocato ex presidente di Acea, ha respinto ogni accusa. Per la procura: avrebbe aiutato Parnasi facendo gli interessi suoi anziché quelli del Comune