Mercoledì 12 Luglio 2017 - 11:45

Parma, madre e sorella uccise a coltellate: confessa il figlio

Solomon Nyantakyi, calciatore, è stato preso a Milano

Parma, duplice omicidio: uccise madre e figlia

Solomon Nyantakyi, 21 anni, sospettato per l'omicidio della madre Nfum Patience ($5 anni) e della sorella Magdalene Nyantakyi (11 anni) ha confessato. Ieri sera è stato riconosciuto e fermato dalla Polfer alla stazione Centrale di Milano. Il giovane, di origini ghanesi, era irreperibile dal momento del ritrovamento dei cadaveri nell'abitazione della famiglia a Parma. Adesso a disposizione dell'autorità giudiziaria. Nella notte è arrivata la sua confessione. I motivi dell'atroce duplice omicidio non sono noti.

Il duplice omicidio è stato scoperto da un altro fratello, Raymond, 25 anni, rientrando a casa dal lavoro. Dai primi accertamenti della polizia, le vittime sarebbero state uccise da profonde ferite di arma da taglio, inferte probabilmente da un'unica mano, ma al momento non ci sono conferme sulla natura dell'arma usata per il delitto. La scena descritta dai soccorritori è raccapricciante, con macchie di sangue sui muri e in tutta l'abitazione. I vicini di casa hanno raccontato di aver sentito le urla della bambina nel pomeriggio. Il padre e marito della famiglia al momento della tragedia si trovava all'estero, in Inghilterra, per motivi di lavoro, ed è stato contattato dagli investigatori. Nessuna traccia invece del giovane scomparso che, questa mattina, è stato appunto trovato a Milano. Solomon era considerato una promessa nel mondo del calcio, aveva esordito nelle giovanili del Parma e vinto uno scudetto con gli allievi. Non è però mai riuscito a fare il salto di qualità tra i professionisti. La sua carriera calcistica era terminata con l'Imolese. Sembra che il ragazzo avesse passato un difficile periodo di depressione.

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Milano, falso allarme bomba in tribunale

Milano, allarme bomba davanti tribunale ma è un macina erba

L'oggetto è stato posizionato a fianco di un'impalcatura

Cernusco sul Naviglio, il luogo del lancio del sasso sulla statale

Milano, violentò turista canadese fingendosi tassista: fermato 28enne

Il ragazzo salvadoregno, rintracciato martedì in provincia di Alessandria, abusò di un'altra donna nel 2010

Fabrizio Corona in aula per l'udienza del Processo a suo carico

Corona, pm Locri indaga per riciclaggio sull'acquisto della casa milanese

Indagati i due amici dell'ex re dei paparazzi, Delfino e Bonato

Sassi dai cavalcavia, nove morti da Lentate alla Cavallosa fino a Cernusco

Ogni anno decine di episodi fortunatamente senza vittime. Ma qualche volta, i folli lanciatori hanno colpito e ucciso. La tragica storia di Letizia Berdini e dei suoi killer