Venerdì 03 Marzo 2017 - 09:15

Errore agli Oscar: assegnate guardie del corpo ai responsabili

La decisione dopo la bufera che ha travolto Brian Cullinan e Marta Ruiz

Errore agli Oscar: assegnate guardie del corpo ai due responsabili

Non sembra destinata a concludersi in breve tempo la vicenda dell'errore nella serata di premiazione degli Oscar. Dopo l'esclusione dei due responsabili dello scambio di buste dal team che si occupa dell'Academy, formato dalla PricewaterhouseCoopers, ora la società di consulenza ha deciso di assumere della sicurezza privata. Secondo un rappresentante della PwC, "non è qualcosa che si fa abitualmente, ma la società ha ritenuto necessario adottare questa misura a causa della grande quantità di estranei che si sono radunati fuori dalle abitazione" dei due responsabili dell'errore: Brian Cullinan e Marta Ruiz. Per i due sono state assunte anche delle guardie del corpo. Secondo il rappresentante della PwC, la società ha già ricevuto centinaia di e-mail anonime di critiche e commenti furiosi a causa della gaffe.

Cullinan è finito al centro della bufera, dopo l'errore, anche per aver pubblicato su Twitter, proprio poco prima di incorrere nella gaffe, una foto di Emma Stone. Ruiz e Cullinan rimarranno legati alla PwC, ma non lavoreranno più per gli Academy Awards.

La PwC offre la sua consulenza agli Oscar da 83 anni, il che include la gestione e la custodia delle buste con i nomi dei vincitori. Alla cerimonia, svoltasi nella notte fra domenica e lunedì scorsi, Cullinan ha dato a Faye Dunaway e Warren Beatty la busta sbagliata, portandoli così a proclamare vincitore come miglior film 'La La Land' quando invece a trionfare era stato 'Moonlight'. La PwC si è assunta la piena responsabilità dell'errore. Secondo i media americani, in ogni caso, il 29 marzo la PwC e l'Hollywood Film Academy si incontreranno per decidere del futuro della loro collaborazione.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Director Polanski arrives at the Zurich Film Festival in Zurich

Nuove accuse contro Polanski: "Mi ha molestata quando avevo 10 anni"

La confessione di una pittrice e fotografa statunitense

Addio a Ugo Fangareggi, attore caratterista per Monicelli e Risi

Da "Colpo gobbo all'italiana" a "L'armata Brancaleone", sono tantissimi i suoi ruoli nel cinema italiano

Crystal + Lucy Awards 2017 a Beverly Hills

Caso Weinstein, il produttore a Lupita Nyong'o: "Se non cedi non farai mai l'attrice"

L'interprete premio Oscar 2013 racconta di aver subito pesanti avance dal produttore hollywoodiano

Quentin Tarantino Hand & Footprint Ceremony

Caso Weinstein, Tarantino: "Sapevo tutto, avrei potuto fare qualcosa"

Il regista si pente di non aver mai parlato degli abusi e delle molestie del produttore Harvey Weinstein nei confronti delle donne