Giovedì 23 Novembre 2017 - 23:30

Europa League, Milan ai sedicesimi: Silva e Cutrone travolgono Austria Vienna

La coppia baby del Milan - poco più di 40 anni in due - stende gli avversari con una doppietta a testa

Milan - Austria Vienna

Cutrone e André Silva rimediano al pasticcio Donnarumma-Bonucci e spediscono il Milan ai sedicesimi di finale di Europa League, primo traguardo intermedio nel cammino rossonero verso obiettivi più ambiti e, almeno per oggi, un po' meno distanti. La coppia baby del Milan - poco più di 40 anni in due - con una doppietta a testa stende l'Austria Vienna, illusosi dopo un buon avvio dal vantaggio iniziale firmato Monschein (con l'evidente complicità del portiere e del capitano dei rossoneri) e crollato dalla mezz'ora in poi subendo ben cinque gol (di Rodriguez la rete del momentaneo pareggio).

Montella, reduce dalla sconfitta in campionato con il Napoli, può così finalmente sorridere. La sua squadra conquista con una giornata d'anticipo il primo posto aritmetico del girone e soprattutto ritrova i gol dei suoi attaccanti e, in parte, sprazzi di bel gioco. Il successo sugli austriaci regala poi a tutto l'ambiente una boccata d'ossigeno in termini di fiducia e autostima che potrebbe rivelarsi fondamentale in vista dei prossimi impegni da qui alla sosta, che diranno molto sulle ambizioni del club in vista della seconda parte di stagione.

Montella si affida davanti al duo di coppa Cutrone-Silva. In difesa riposa Romagnoli, rimpiazzato da Zapata, con Bonucci e Musacchio a completare la linea a tre. A centrocampo dopo gli acciacchi dell'ultimo periodo si rivedono Biglia e Calhanoglu, sugli esterni agiscono invece Borini e Rodriguez, anche lui al rientro.

L'avvio di gara sorride agli ospiti, che sembrano sorprendere i rossoneri per la loro furia agonistica arrivando spesso e volentieri prima sul pallone. È Ricardo Rodriguez così a dare lo scossone poco dopo il 10': dal suo piede infatti parte prima il traversone per André Silva, il cui colpo di testa finisce alto sopra la traversa, poi il suggerimento rasoterra all'indietro per Biglia, che non sfrutta appieno lo spazio di cui usufruisce calciando debolmente tra le braccia del portiere. I padroni di casa appaiono con il passare dei minuti in controllo della gara, ma al 21' si complicano terribilmente la vita.

Un lancio lungo dalle retrovie verso Monschein sorprende la retroguardia rossonera: Donnarumma va a vuoto lasciando campo aperto all'attaccante, Bonucci fa anche peggio non riuscendo a respingere sulla linea la conclusione dell'austriaco, che si infila lentamente in rete dopo il goffo tentativo del difensore in scivolata di allontanare il tiro. Sotto di un gol il Milan rischia di affondare nuovamente al 24' sulla punizione di Holzhauser, ma questa volta Donnarumma si fa trovare pronto mandando il pallone in corner. Scosso dalla rete presa a freddo, l'undici di Montella trova la forza di reagire. E lo fa alla grande. Borini crossa dalla destra, la palla finisce sul palo opposto per Rodriguez che solo soletto da due passi infila Pentz e trova l'1-1 al 28'. Come se si fosse liberato di un peso dallo stomaco, il Milan comincia a macinare gioco costringendo alla difensiva l'avversario. Kessiè e Biglia ci provano dalla distanza trovando la potenza ma non la precisione, ma il sorpasso è nell'aria e infatti arriva al 36'. La punizione rasoterra di Rodriguez diventa un assist perfetto per André Silva, che arpiona il pallone e lo scaglia in rete anche grazie alla complicità della disattenta retroguardia austriaca. I rossoneri non si accontentano e prima della fine del primo tempo mettono in ghiaccio la partita. Il traversone di Rodriguez senza troppe pretese trae nuova linfa vitale dalla sponda di André Silva, che prolunga la sfera sul palo opposto verso Borini. Pentz esce in maniera sciagurata e quando si accorge dal danno compiuto può solo osservare inerme Cutrone infilare di testa il pallone in rete.

Nella ripresa se possibile i limiti tecnici e tattici dell'Austria Vienna emergono ancor più. I padroni di casa percepiscono subito le difficoltà degli ospiti e vogliono dilagare per spedire definitivamente in soffitta le incertezze di questi primi mesi e trovare fiducia in ottica campionato. Fabio Borini in particolare semina spesso e volentieri il panico sulla corsia destra. Cerca gloria personale, almeno per riscattare l'errore sul gol, anche Leonardo Bonucci, ma il suo tentativo al volo sugli sviluppi di un calcio d'angolo finisce alto sopra la traversa. Poco dopo azione personale di Cutrone, che si libera di un paio di avversari e colpisce verso la porta, con Pentz che blocca in due tempi. Il poker in ogni caso è solo rimandato e lo firma al 25' André Silva, che non sbaglia solo davanti al portiere capitalizzando l'interessante suggerimento di Calhanoglu. Nel recupero, infine, ancora Cutrone 'eguaglia' il compagno di reparto realizzando la doppietta personale con dribbling sul portiere e palla in rete a porta sguarnita per il 5-1 finale

 

 

Il tabellino di Milan-Austria Vienna 5-1, gara valida per la quinta giornata della fase a gironi di Europa League

Reti: pt 21' Monschein (A), 28' Rodriguez (M), 36' André Silva (M), 42' Cutrone (M); st 24' André Silva (M), 48' Cutrone (M).

Milan: Donnarumma; Musacchio, Bonucci (34' st Gustavo Gomez), Zapata; Borini (28' st Locatelli), Kessie, Biglia, Çalhanoglu, Rodríguez (18' st Antonelli); André Silva, Cutrone. A disp. Storari, Bonaventura, Kalinic, Montolivo. All. Montella.

Austria Vienna: Pentz; De Paula, Borkovic, Kadiri, Salamon (23' st Gluhakovic); Serbest, Holzhauser (40' st Lee); Prokop, Alhassan, Pires (33' st Tajouri-Shradi); Monschein. A disp. Hadzikic, Friesenbichler, Blauensteiner, Sarkaria. All. Fink. Arbitro: Treimanis (Let).

Note: ammoniti Musacchio (M), Salamon, Monschein (A).

Scritto da 
  • Alberto Zanello
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Fiorentina - Siviglia

Europa League, i sorteggi: Napoli-Lipsia e Lazio-Bucarest

L'Atalanta trova il Borussia Dortmund e il Milan i bulgari del Ludogorets

Monaco, i sorteggi della Champions League

Champions, agli ottavi Roma-Shakhtar e Juve-Tottenham

Sorteggi benevoli per le italiane. IlReal Madrid affronterà il Paris Saint Germain mentre il Chelsea il Barçelona

Europa League - Zulte Waregem vs Lazio

Europa League, Lazio ko indolore in Belgio: Zulte vince 3-2

Si chiude con una sconfitta la fase a gironi della coppa Europea. Ma i biancocelesti sono comunque già qualificati

Europa League - Atalanta - Olympique Lyonnais

Atalanta bella di Coppa. Anche il Lione deve inchinarsi

Quattro vittorie, due pareggi e il primo posto nel girone. La squadra di Gasperini va avanti alla grande in Europa League. E si candida al ruolo di sorpresa