Giovedì 02 Agosto 2018 - 21:30

Nuoto, al via Europei a Glasgow: Paltrinieri guida pattuglia azzurra

Grandi assenti Detti e Pellegrini, ma la speranza è di consacrare nuovi talenti

Nuoto, Europei Glasgow 2018

Il grande nuoto torna protagonista. Scatteranno venerdì 3 agosto a Glasgow gli Europei in vasca lunga, l'appuntamento più importante del 2018, a due anni dalle Olimpiadi di Tokyo.

L'Italia si presenta ai nastri di partenza con l'obiettivo di difendere l'ottimo bottino conquistato nel 2016 a Londra (quando fu terza nel medagliere) fatto di 17 medaglie complessive, 5 d'oro, 7 d'argento e 5 di bronzo. Impresa che non si preannuncia semplice, dato che la spedizione azzurra dovrà fare i conti con qualche assenza pesante. Su tutte quella di Gabriele Detti, campione del mondo negli 800 stile libero e bronzo olimpico sui 400 e sui 1500 a Rio de Janeiro, alle prese con un delicato recupero alla spalla e costretto al forfait.

Dopo tanti anni mancherà anche una medaglia certa come quella di Federica Pellegrini nei 'suoi' 200 stile libero. La curiosità attorno alla 'Divina' sta nel capire come si comporterà ad alti livelli sulla distanza su cui sta lavorando in vista dei Giochi, i 100 stile, nella nuova carriera da velocista.

La certezza a cui si aggrappa l'Italia è rappresentata da Gregorio Paltrinieri, che punta dritto alla doppietta 800 sl e 1500 sl per confermare i titoli continentali vinti due anni fa. A livello europeo la concorrenza è agguerrita: l'ucraino Romanchuk ha battuto il carpigiano qualche mese fa negli Europei in vasca corta di Copenaghen, da tenere d'occhio anche il giovane tedesco Florian Wellbrock, che detiene il miglior crono dell'anno sui 1500. 'Greg' non gareggerà sui 400 stile e rinvia al prossimo biennio il progetto acque libere, vero obiettivo in vista di Tokyo 2020.

La squadra azzurra guidata dal direttore tecnico Cesare Butini confida che il Tollcross International Swimming Centre consacri qualche nuova giovane stella nel panomara del nuoto. In tal senso ci si aspetta molto da Simona Quadarella, che dopo il bronzo mondiale di un anno fa a Budapest sui 1500 punta a fare meglio - approfittando anche dell'assenza della spagnola Mireia Belmonte Garcia - e parteciperà anche ai 400 e agli 800. Sono pronte per il definitivo salto di qualità anche Margherita Panziera nel dorso e Ilaria Cusinato sui 400 misti, gara in cui ha fatto segnare la seconda prestazione dell'anno. Coltivano chance di medaglia anche Fabio Scozzoli, tornato competitivo nella rana agli Europei in vasca corta, e le staffette veloci. Tra i tuffi, al via il 6 agosto, Elena Bertocchi e Giovanni Tocci avranno il difficile compito di non far rimpiangere Tania Cagnotto.

"Il meglio del nuoto, ad eccezione di Gabriele Detti, del fondo, dei tuffi e del sincro è presente tra Glasgow ed Edimburgo. Ci sono quindi tutti i presupposti per vivere nove giorni di gare d'altissimo livello tecnico e agonistico", ha detto Paolo Barelli, presidente della Fin e della Len. "E' un campionato europeo molto importante per avere quelle conferme che mi aspetto a metà del percorso che porta a Tokyo 2020", gli ha fatto eco Paltrinieri. "Ripetersi non è mai semplice perchè gli avversari aumentano e diventano sempre più difficili da battere: manca Detti ma c'è Romanchuk e non solo". 

Scritto da 
  • Alberto Zanello
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Campionati Europei Len di nuoto

Nuoto, l'anno super di Miressi dopo l'oro: "Ora compro un drone e vorrei incontrare CR7"

Il nuotatore è stato consacrato a Glasgow: da promessa a stella nascente, il suo futuro ancora tutto da scrivere

Europei, Tuffi: Elena Bertocchi e Chiara Pellacani oro nel 3m sincro

Europei di tuffi: Bertocchi-Pellacani oro nel sincro da tre metri

Le azzurre hanno chiuso con il punteggio di 289.26

Campionato Italiano Assoluto Indoor - Tuffi donne 3m

Tuffi, bronzo per Elena Bertocchi nel trampolino da un metro

Ottima prova dell'azzurra battuta solo dalle due russe Polyakova e Bazina