Mercoledì 02 Agosto 2017 - 19:15

F1, test Ungheria: Vettel si conferma più veloce, Kubica chiude quarto

Resta alle sue spalle Lando Norris su McLaren, che si migliora con 1:17.385 e precede la Rossa di Kimi Raikkonen

F1, test Ungheria: miglior tempo Vettel al mattino, Kubica settimo

Sebastian Vettel è stato il più veloce nella seconda giornata di test di Formula 1 a Budapest. Il tedesco leader del Mondiale ha guidato la Ferrari SF70H al miglior tempo, 1:17.124, fatto registrare nella sessione mattutina. Resta alle sue spalle Lando Norris su McLaren, che si migliora con 1:17.385 e precede la Rossa di Kimi Raikkonen. Il finlandese abbassa la sua miglior prestazione a 1:17.842. In netto progresso rispetto al mattino anche Robert Kubica, tornato per la prima volta al volante di una monoposto con la stessa configurazione di quelle in gara al Mondiale. Il polacco, settimo dopo la prima sessione, ha completato in tutta la giornata 142 giri ed ha firmato con la Renault RS17 il quarto tempo in 1:18.572. Dietro di lui le Toro Rosso di Carlos Sainz (1:18.850) e e Daniil Kvyat (1:19.116). L'italiano Luca Ghiotto chiude la giornata con l'undicesimo tempo     (1:20.414) al volante della Williams, con la quale ha completato ben 161 giri.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

MotoGp, Dovizioso trionfa in Austria davanti a Marquez

MotoGp, Dovizioso trionfa in Austria davanti a Marquez

Terzo Dani Pedrosa sull'altra Honda. Rossi settimo

MotoGp, Marquez in pole in Austria davanti alle Ducati, Rossi settimo

MotoGp, Marquez in pole in Austria davanti alle Ducati, Rossi settimo

Meglio del 'Dottore' ha fatto con l'altra Yamaha Maverick Vinales, quarto a mezzo secondo da Lorenzo

MotoGp in Austria, Marquez leader nelle terze libere: Rossi risale al quinto posto

MotoGp in Austria, Marquez leader nelle terze libere

Terzo a sorpresa Andrea Iannone a 484 millesimi dallo spagnolo

MotoGp, Rossi: Siamo stati sfortunati e un po' somari

MotoGp, Rossi: Siamo stati sfortunati e un po' somari

Quarto al traguardo: "Sono contento, stavolta la responsabilità non è tutta mia, ce la dividiamo..."